Avellino Calcio – Marcolin studia un Catania d’assalto: idea tridente con i lupi

Avellino Calcio – Marcolin studia un Catania d’assalto: idea tridente con i lupi

26 Marzo 2015

Il Catania continua a lavorare in vista della sfida casalinga con l’Avellino che dovrà ridare slancio alle proprie chances di salvezza. Mentre fuori da Torre del Grifo regna il rumore per l’annunciata contestazione della Curva Nord nei confronti del presidente Antonino Pulvirenti, Dario Marcolin fa le prove di formazione.

Il tecnico rossazzurro sembra intenzionato a varare un Catania spregiudicato con tutta l’artigliera pesante in prima linea. Con ogni probabilità sarà il 4-3-3 il modulo che sarà opposto alla formazione di Massimo Rastelli, spesso in difficoltà contro questo tipo di atteggiamento tattico. Ieri sveglia all’alba per la truppa di Marcolin che ha sostenuto la prima delle sedute giornaliere alle 7 del mattino.

Saranno out Raffaele Schiavi per squalifica e Jean François Gillet e Filip Jankovic per gli impegni con le rispettive nazionali. In porta dunque spazio all’ex biancoverde Pietro Terracciano, con il rientrante Lorenzo Del Prete sulla fascia destra di una retroguardia completata da Luca Ceccarelli e Gaston Sauro (e non Ciro Capuano) al centro e Antonio Mazzotta a sinistra.

A centrocampo, l’unico capace di conservare il posto dovrebbe essere Fabian Rinaudo con Daniele Sciaudone e Moses Odjer, quest’ultimo al rientro dalla squalifica, candidati come mezz’ali. In avanti spazio all’estro di Alessandro Rosina, libero di spaziare e di accentrarsi da destra a supporto di Emanuele Calaiò e Riccardo Maniero.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.