Avellino Calcio – Lupi, c’è il Cosenza: Toscano fa le prove di campionato sul sintetico

0
10

Claudio De Vito – La rifinitura di questo pomeriggio ha rappresentato per l’Avellino l’ultimo atto in vista dell’amichevole di domani contro il Cosenza. Porte chiuse al Partenio-Lombardi dove i lupi per la prima volta hanno potuto calcare l’erba sintetica di recente installazione. Ad una settimana dall’esordio in campionato, servirà abituarsi quanto prima al sintetico già sperimentato (con le dovute differenze) a San Michele di Serino nel post Sturno.

Domenico Toscano sfiderà la sua ex squadra con il chiaro intento di mettere a punto il 3-5-2 adottato in corso d’opera con la convinzione di poter conferire maggiore solidità ad una formazione inizialmente impostata sul 3-4-3. Ma in ogni caso non sarà ancora il vero Avellino per via delle assenze dei vari Paghera, Gavazzi, Jidayi e Migliorini. Da valutare fino all’ultimo minuto le disponibilità di Tassi, Bidaoui e Camarà che si sono fermati nella giornata di ieri per guai fisici a quanto pare di poco conto.

Ecco allora che lo schieramento biancoverde appare piuttosto obbligato soprattutto in mediana dove Toscano ha provato Asmah durante le prove tattiche di ieri. L’impiego del ghanese sarebbe una soluzione per ovviare all’eventuale defezione di Tassi sul centrosinistra, anche se alla fine il tecnico calabrese potrebbe optare per Sbaffo come a Lioni contro la Vultur Rionero. Nessun dubbio su D’Angelo e Omeonga con Belloni a destra e Visconti sul fronte opposto in caso di utilizzo di Asmah in mezzo.

In difesa, come nell’ultimo test, l’escluso dovrebbe essere ancora una volta Gonzalez in virtù dell’accentramento di Biraschi con Donkor e Perrotta ai lati. Un terzetto questo sul quale Toscano ha insistito durante la settimana per cercare di trovare la quadratura del cerchio nelle retrovie. In attacco si va invece verso il varo della coppia estrosa Verde-Castaldo estrapolata dal tridente in cui ha già lasciato intravedere lampi di intesa che hanno deliziato la platea biancoverde.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here