Avellino Calcio – Gubitosa: “Può nascere un bel feeling con la Juventus”

0
151

Pratola Serra – Il palcoscenico della Primavera impreziosito dalla presenza della Juventus di Fabio Grosso prima della full immersion in una giornata possibilmente felice per l’Avellino di Domenico Toscano. Michele Gubitosa, insediatosi da poco sulla poltrona di presidente onorario del club biancoverde, non poteva mancare all’appuntamento clou del campionato dei lupacchiotti sul sintetico del “De Cicco”.

Da deus ex machina della rivoluzione in seno al settore giovanile, Gubitosa ha potuto raccogliere i primi frutti del nuovo corso. Il largo risultato in favore dei bianconeri era prevedibile alla vigilia e non amareggia più di tanto l’entourage biancoverde circondato dal calore di tanta gente accorsa per un evento sportivo di rilievo.

“Ringrazio il sindaco Antonio Aufiero e tutte le persone che sono venute al campo” ha commentato Gubitosa. “Il risultato può starci – ha ammesso – oggi conta il clima che si è creato attorno a questa partita. Siamo orgogliosi del lavoro che stiamo svolgendo”.

Renato Cioffi e la Primavera avranno tempo per rifarsi al contrario di Domenico Toscano e suoi lupi chiamati a reagire subito ai tre schiaffi di Perugia. “Siamo realisti, lo Spezia è un avversario di valore – ha sottolineato Gubitosa – inoltre lo affrontiamo con una squadra falcidiata dagli infortuni e ciò mi preoccupa. Purtroppo non sono fattori che dipendono né dal mister né da noi. Sono convinto che chi andrà in campo darà l’anima”. Preoccupato ma ugualmente fiducioso. “Quando ti aspetti poco possono nascere delle sorprese, tireremo fuori il meglio di noi” ha sentenziato Gubitosa.

Qualche ammiccamento con Grosso in ottica futura. “Ho cercato di avere un approccio con lui in modo da creare un feeling per il futuro – ha rivelato Gubitosa – Grosso ci ha fatto i complimenti per l’accoglienza e ci ha detto che ci segue da lontano e che non meritiamo l’attuale posto in classifica con la prima squadra. E’ un nostro tifosi anche lui”.