Avellino Calcio – D’Angelo, che beffa: arriva la stangata del giudice sportivo

0
5

Claudio De Vito – Il giudice sportivo non perdona Angelo D’Angelo, espulso contro il Como per un colpo proibito rilevato dal guardalinee Opromolla ma la cui paternità è in realtà di Marco Chiosa.

Il capitano biancoverde ha rimediato tre giornate di squalifica “per avere – si legge nel comunicato – al 27° del primo tempo, colpito con una violenta manata al volto un avversario; infrazione rilevata da un Assistente”. La beffa ha dell’incredibile per il mastino di Ascea che non soltanto non ha commesso il fallo di reazione ai danni di Ambrosini, ma ha anche pagato un conto salato.

Già al termine della partita di sabato, le intenzioni dell’Avellino erano quelle di attendere il verdetto odierno ed eventualmente proporre un ricorso avente ad oggetto la richiesta della prova televisiva per stabilire l’effettivo autore della condotta violenta. Strategia che dovrebbe essere confermata alla luce del clamoroso scambio di persona.

In caso di esito negativo, il club biancoverde ricorrerebbe in appello per chiedere almeno la riduzione della squalifica di D’Angelo. Una giornata a testa invece per Pisano e Arini, i quali salteranno la trasferta di Chiavari contro la Virtus Entella. Un turno anche a Keita e Iacoponi della Virtus Entella, prossimo avversario dei lupi (Cutolo dovrà scontare la terza giornata di squalifica)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here