Avellino-Foggia, le probabili formazioni

0
6

Claudio De Vito – Bando ai dolci ricordi di un confronto palpitante scandito dal sinistro al cardiopalma di Rivaldo: Avellino-Foggia è una sfida che si rinnova, questa volta in B con filosofie di gioco agli antipodi. Quella di Novellino caratterizzata da maggior equilibrio e quella di Stroppa votata ad offendere.

Il tecnico biancoverde propone il suo solito 4-4-1-1 a trazione maggiormente anteriore grazie dell’innesto di Bidaoui sulla sinistra. Al rientro anche D’Angelo in mezzo al campo al posto di Paghera. In difesa Marchizza dovrà attendere ancora per il suo turno da titolare, mentre a sinistra Rizzato dovrebbe stringere i denti. In alternativa c’è Falasco: in tal caso la catena mancina sarebbe totalmente rinnovata. Morosini e Ardemagni tenori d’attacco con compiti rispettivamente di fantasia e finalizzazione.

Stroppa invece dovrebbe lanciare l’ultimo acquisto Camporese in vantaggio nel ballottaggio con Martinelli. Figliomeni out, Mazzeo si è ripreso e guiderà l’attacco con Chiricò e Fedato esterni dal piede invertito nel tridente. La bestia nera Fedele – doppietta ai lupi lo scorso anno tra le fila del Bari – e Nicastro scalpitano ma si accomoderanno in panchina. Vacca guida le operazioni a centrocampo.

Le probabili formazioni del match (fischio d’inizio alle 15):

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Laverone, Suagher, Migliorini, Rizzato; Molina, D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui; Morosini; Ardemagni.

A disp.: Radu, Pecorini, Marchizza, Moretti, Kresic, Camarà, Castaldo, Falasco, Ngawa, Lasik, Asencio, Paghera. All.: Novellino.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Gavazzi.

Ballottaggi: Rizzato-Falasco 55%-45%; Migliorini-Marchizza 65%-35%.

Foggia (4-3-3): Guarna; Gerbo, Camporese, Coletti, Rubin; Agazzi, Vacca, Deli; Chiricò, Mazzeo, Fedato.

A disp.: Pelizzoli, Agnelli, Loiacono, Beretta, Empereur, Martinelli, Nicastro, Calderini, Floriano, Celli, Ramè, Fedele. All.: Stroppa.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Figliomeni.

Ballottaggi: Camporese-Martinelli 55%-45%; Agazzi-Fedele 55%-45%, Chiricò-Nicastro 55%-45%.

Arbitro: Pinzani di Empoli. Assistenti: Dei Giudici di Latina e Lanotte di Barletta. Quarto uomo: Fiorini di Frosinone.