Avellino, è tornato il sereno. La Curva Sud: “Tutti uniti come un branco”

Avellino, è tornato il sereno. La Curva Sud: “Tutti uniti come un branco”

4 Marzo 2020

Come previsto, la Curva Sud tornerà a cantare allo stadio mettendo fino allo sciopero durato un mese. La nuova posizione ufficiale del tifo organizzato è emersa dal comunicato diramato questa mattina. Dunque Avellino-Ternana si giocherà con il colore e la passione consueti nel settore della torcida, anche se esiste il rischio che il match possa disputarsi a porte chiuse per via dell’emergenza Coronavirus.

Nel frattempo al Partenio-Lombardi sono partiti gli interventi di restyling per l’installazione delle sedute individuali (che saranno pronte per il successivo incontro casalingo con il Catanzaro del 22 marzo) e di pulizia delle aree verdi che circoscrivono il rettangolo di gioco. A stretto giro dovrebbe arrivare l’ok della Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo per un aumento di capienza di mille posti in seguito all’esito positivo delle prove di carico sulle balaustre di Curva Sud e Tribuna Terminio.

Il comunicato della Curva Sud Avellino: “Nel comunicato del 4 febbraio scorso avevamo preso una decisione chiara e sofferta: disertare le partite in casa ed in trasferta fino a quando non ci sarebbe stata chiarezza sulla vergognosa situazione societaria. Oggi 4 marzo, anche grazie alla nostra drastica presa di posizione e al nostro impegno, rileviamo un sostanziale passo in avanti con l’uscita di scena dei due principali attori di questa farsa durata tre mesi. Specificando che continueremo ad essere vigili nell’interesse dell’intera comunità biancoverde, comunichiamo che a partire dal prossimo incontro Avellino-Ternana saremo al nostro posto (sempre che non venga confermata la chiusura degli stadi per un mese a causa del Coronavirus) sui gradoni della Curva Sud del Partenio-Lombardi e negli stadi dove giocherà il nostro amato Avellino. Quello che più conta ora è dimostrare tutti insieme di cosa è capace il pubblico irpino. Dobbiamo tornare a fare la differenza e questa differenza la si fa solo se siamo uniti, tutti insieme come un vero branco. Avanti popolo irpino!”.