Capuano prende per mano l’Avellino: scatta l’operazione playoff

Capuano prende per mano l’Avellino: scatta l’operazione playoff

15 Giugno 2020

di Claudio De Vito. L’ora X scatterà alle 16.30, quando l’Avellino si ritroverà agli ordini di Ezio Capuano per il via all’allenamento collettivo. Il gruppo non è atteso al completo alla luce della condizione differenziata, ma soprattutto dell’isolamento di tre calciatori che dovranno attendere il terzo tampone negativo per tornare ad allenarsi dopo i valori sballati dell’ultimo test sierologico.

Questione di prudenza in termini di salute ma anche di protocollo Figc la cui applicazione in Serie C sarà verificata nei prossimi giorni dagli ispettori della Procura Federale. Guai a compiere passi falsi dunque: lo sa bene il medico sociale Gennaro Esposito che in cabina di regia continua a coordinare l’intera organizzazione sanitaria del club. E a partire da oggi il capo dello staff medico è sul chi va là per eventuali infortuni, principalmente muscolari, dettati dall’intensificazione dei ritmi di lavoro.

A maggior ragione in due settimane a disposizione per preparare l’assalto alla Ternana o al Catanzaro, entrambe alle prese con gli allenamenti collettivi già da qualche tempo. Un’impresa nell’impresa pertanto attende Ezio Capuano che almeno potrà preparare i 90 minuti dell’1 luglio in un Partenio-Lombardi giocoforza blindato. Non uno spiffero, nessun occhio indiscreto: l’Avellino che si presenterà ai playoff sarà top secret anche se noto oramai ad un avversario come Fabio Gallo che in stagione lo ha già affrontato tre volte. Sulla panchina giallorossa il 2 novembre invece sedeva Gianluca Grassadonia, ma Gaetano Auteri non è certo uno sprovveduto della categoria.

Ezio Capuano proverà a spuntarla al “Liberati” o al “Ceravolo” rispolverando l’estro e l’imprevedibilità che il mancino di Claudiu Micovschi è in grado di assicurare. Un altro sinistro, quello di Fabiano Parisi, sarà l’osservato speciale sulla corsia di competenza con quelle accelerazioni palla al piede che ne hanno fatto il pezzo pregiato di casa biancoverde.

E ancora, le geometrie di Alessandro Di Paolantonio che, salvo clamorosi colpi di scena, saranno le ultime di questo campionato. Difficile oggi ipotizzare il modulo, ma è probabile che Ezio Capuano punti sull’ago della bilancia Nicolas Izzillo capace di fare la spola fra mediana e trequarti a seconda delle fasi di gioco. Le opzioni non mancano al tecnico di Pescopagano, ma quattro mesi dopo sarà l’inizio di un altro torneo in cui la freschezza atletica e la lucidità mentale avranno il loro peso specifico.