Avellino a tutto Capuano: il mercato è entrato nel vivo

Avellino a tutto Capuano: il mercato è entrato nel vivo

30 Dicembre 2019

di Claudio De Vito. Alla ripresa degli allenamenti fissata per le 14 di giovedì difficilmente ci saranno volti nuovi in organico, ma l’Avellino è al lavoro per rinforzarlo e allo stesso tempo sfoltirlo per far posto alle new entry. Si interverrà in tutti i reparti del 3-4-3 di Ezio Capuano che, forte della fiducia della nuova società e dell’adeguamento del contratto, ha già in mente i profili per l’Avellino del girone di ritorno.

Idee, contatti e trattative sono entrati già nel vivo ma si attende la nomina del direttore sportivo – che salvo sorprese sarà Carlo Musa – per far decollare un mercato che si preannuncia movimentato sia in entrata che in uscita. L’obiettivo, oltre a migliorare la rosa in termini di qualità e quantità, sarà il minutaggio under finalizzato all’ottenimento dei contributi dalla Lega Pro mai sfruttato in precedenza con Salvatore Di Somma in sella.

Si punterà pertanto ad acquisire giovani italiani (nati dal ’98 in poi) in aggiunta a Matteo Rossetti, Marco Silvestri e Fabiano Parisi, in modo da utilizzarli da un minimo di 270 ad un massimo di 450 minuti a partita ed incassare ogni sette giornate la quota calcolata dalla Lega Pro. Il primo riscontro effettivo in tal senso si avrebbe non tanto alla 21esima, bensì alla 28esima giornata come previsto dal punto b) dell’articolo 4 del regolamento di Lega in materia.

Non solo giovani, ma anche elementi che conoscono bene la categoria soprattutto tra i pali dove l’Avellino ha sofferto non poco le incertezze di Alessio Abibi e Alessandro Tonti. L’albanese è sicuro partente, mentre l’ex Como e Teramo potrebbe rimanere a fare il vice, a meno che anche il ruolo di secondo non venga rivisitato. A Ezio Capuano piace Raffaele Ioime del Potenza, ma nelle ultime ore i riflettori si sono spostati anche su Francesco Forte in forza alla Carrarese. Occhi puntati anche sugli esuberi del Lecce Marco Bleve e Gianmarco Chironi e su Marius Adamonis chiuso da Raffaele Di Gennaro a Catanzaro.

In difesa l’obiettivo è un centrale mancino. Nicolò Gigli in uscita dal Rieti rappresenterebbe l’optimum nel ruolo per Capuano che lo conosce bene per averlo allenato la scorsa stagione. Potrebbe essere rispedito alla casa madre Genoa Fallou Njie in virtù della valorizzazione che verrebbe riconosciuta soltanto in base alle presenze, finora col contagocce. Stesso discorso vale per Nermin Karic, che in aggiunta non ha trovato la sua giusta dimensione nei piani tecnici. In lista di sbarco anche Tommaso Carbonelli e Luca Palmisano.

Per il centrocampo piace Giuseppe Rizzo del Catania che lascerà andare anche Francesco Lodi, per il quale potrebbe essere effettuato un tentativo. Concreta invece l’idea Salvatore Caturano per un attacco orfano di Gabriel Charpentier e che potrebbe perdere anche Diego Albadoro. Dal 2 gennaio scatterà il mercato di riparazione ma l’Avellino è già pronto per le prime mosse.