Belloni: “Avellino, che differenza con Novellino”

0
5

Dal Partenio-Lombardi – “La classifica dice che il Cittadella è superiore a noi ma andremo lì a battagliare”. Parola di Niccolò Belloni che sabato contro il Verona ha ‘rischiato’ di bissare la gioia dell’andata. “Ho peccato di altruismo, è vero – ha detto l’esterno biancoverde – l’importante però è aver portato il risultato a casa”.

“Prima della partita il mister mi ha detto di preferire D’Angelo in grado di garantire maggiore copertura” ha spiegato Belloni con riferimento alla panchina iniziale contro gli scaligeri. Rispetto per le scelte di Walter Novellino, l’uomo della svolta che ha trasformato l’Avellino.

“Ora abbiamo una maggiore quadratura – ha confessato Belloni – la differenza rispetto al passato si nota, Novellino ci ha caricati a livello caratteriale e ci ha aiutato tanto. Siamo più compatti e concreti. Il ruolo? Mi trovo bene sia a destra che a sinistra. A destra posso andare più facilmente al tiro, a sinistra sono obbligato ad andare sul fondo e crossare”.

Domani l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive dovrebbe vietare la trasferta ai tifosi biancoverdi. Uno scenario che non fa certo piacere a Belloni: “Sono il nostro dodicesimo uomo in campo, ci danno un grande supporto e se non dovessero esserci ci mancherebbero tanto”.