VIDEO/ Avellino Calcio, De Vito: “Niente play-off? Un fallimento”. Rivivi il live

0
135
de vito avellino
de vito avellino

Dalla sala stampa del “Partenio-Lombardi” – Enzo De Vito irrompe sul delicato momento dell’Avellino per chiamare alla coesione tutte le componenti ambientali. Il direttore sportivo biancoverde ha convocato gli organi di informazione presso la sala stampa del “Partenio-Lombardi” per fare chiarezza.

Una conferenza stampa a cuore aperto quella di Enzo De Vito che ha inteso fare quadrato attorno alla squadra e al tecnico Massimo Rastelli per ripartire all’insegna dell’unità. Dunque, alle spalle Lanciano e Perugia, e testa esclusivamente al futuro, vale a dire Catania. “Non conquistare i play-off sarebbe un fallimento” ha evidenziato senza nascondersi De Vito che allo stesso tempo ha ribadito la sua fiducia verso le potenzialità tecniche e mentali della squadra biancoverde.

Ore 9.45 – Giornalisti e operatori tv iniziano a prendere posto in sala stampa. C’è grande attesa per le parole del ds biancoverde.

Ore 9.50 – Arrivano alla spicciolata anche i calciatori per la ripresa degli allenamenti. Assenti i nazionali Rodrigo Ely e Marcello Trotta. C’è invece Antonio Zito che lamenta un problema al ginocchio da valutare assieme allo staff sanitario con l’ausilio degli esami strumentali sostenuti nella giornata di ieri.

Ore 10.05 – Inizia la conferenza stampa con il ds De Vito disteso e sorridente che esordisce così: “Non è una conferenza stampa straordinaria. Al posto di un calciatore ci sono io. Ho voluto essere protagonista di questo appuntamento per chiarire alcuni aspetti relativi al momento che stiamo attraversando”.

Zero shock. “Col Perugia c’è stato un approccio sbagliato alla partita. Consiglio a tutti di non andare a cercare il capro espiatorio. I numeri parlano chiaro nelle ultime settimane, però bisogna restare uniti. Catania non è fondamentale come non lo sono state le quattro vittorie consecutive. Non mi lascio trasportare quando si vince e non mi deprimo quando si perde. Si vince e si perde tutti insieme. Se capiamo questo concetto andiamo avanti, altrimenti non si va da nessuna parte”.

Continuità. “E’ errato additare Rastelli come l’unico responsabile – ha tuonato De Vito – L’Avellino ha peccato di continuità. Non è facile avere costanza di rendimento. Non ne farei una questione di personalità. Solo la Juve attualmente in Italia ha questa continuità. Il risultato è frutto di episodi, guai però a cercare alibi”.

Dramma play-off. “Sono d’accordo con il presidente Taccone quando dice che il mancato raggiungimento dei play-off sarebbe un fallimento. In tal caso io fare le mie riflessioni e mi assumerei le mie responsabilità”. 

Lato B. “La Serie B si è dimostrata il campionato della corsa, della quantità e in questo contesto la qualità latita. Rispetto alle passate ce n’è di meno. Al di là di tutto dobbiamo tornare quelli di qualche tempo fa”.

L’unione fa la forza. “Adesso guardiamo avanti senza guardare alle assenze che avremo a Catania. Vogliamo coltivare questo sogno. Il morale non è alle stelle. I processi però vanno fatti a fine anno. E’ il momento di stringerci tutti attorno alla squadra. L’Avellino ha dimostrato di sapersela giocare con tutti. I tifosi e l’ambiente sappiano che hanno davanti agli occhi la migliore squadra del campionato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here