Autostazione, sensi unici, rifiuti: parla l’assessore all’ambiente Penna

Autostazione, sensi unici, rifiuti: parla l’assessore all’ambiente Penna

16 Marzo 2016

Pasquale Manganiello – Stamane vertice ad Avellino sul tema dell’inquinamento atmosferico. Presenti al tavolo il sindaco Paolo Foti, l’Assessore ai trasporti, Costantino Preziosi, l’assessore all’Ambiente, Augusto Penna, il direttore generale dell’Air Dino Preziosi e l’Amministratore Unico Air Alberto De Sio.

A margine dell’incontro, l’assessore Penna si è fermato a parlare con i cronisti evidenziando i temi trattati durante il vertice.

“Abbiamo analizzato diversi aspetti – commenta Penna – riguardanti l’alleggerimento dell’inquinamento atmosferico ad Avellino, questa questione sarà affrontata nei prossimi gironi attraverso un’ordinanza del sindaco sull’emissione degli impianti di riscaldamento, la riduzione traffico veicolare privato e pubblico e sui divieti di abbruciamento.”

AUTOSTAZIONE“L’incontro è stato necessario per avere dall’Air una disponibilità che ci è stata concessa ampiamente. Sono state analizzate una serie di possibilità che valuteremo tecnicamente. Abbiamo parlato della vicenda Campo Genova: la società di trasporto pubblico ritiene indispensabile avere terminal unico e la zona di Campo Genova è quella più facile da sistemare ma l’indirizzo dell’Amministrazione comunale è di spostare quanto più possibile il traffico verso l’autostazione che, se non ci saranno ulteriori problemi con le ditte assegnatarie dei lavori, scevri da qualsiasi giudizio sulle colpe personali, dovrebbe essere completata nel 2017, compatibilmente con i tempi ragionevoli che ci eravamo detti durante la conferenza dei servizi, tempi che in maniera ingiustificata crearono scalpore”.

INQUINAMENTO ATMOSFERICO: “Dobbiamo alleggerire la condizione particolare di Piazza Kennedy anche attraverso l’utilizzo di più vigili nelle fasce orarie di punta. L’idea della Zona a Traffico Limitato resta in piedi, stiamo limando i dettagli per quanto riguarda i tempi. Ci sarà un minimo di cambiamento delle abitudini, dobbiamo occuparci dell’ambiente in un modo diverso, già consolidato in altre città d’Italia. Abbiamo 20 anni di ritardo rispetto a città della Toscana o dell’Emilia e qualche anno di ritardo anche rispetto a Benevento. Dobbiamo dare quest’esempio sulla questione ambientale. Continueranno le sperimentazioni dei sensi unici a Via Tuoro Cappuccini e Via Carducci, è comprensibile qualche difficoltà iniziale.”

RIFIUTI “Sono in continuo contatto con IrpiniaAmbiente, a breve andrò ad incontrare l’amministratore Boccalone. Con il loro supporto tecnico contrattualizzeremo il servizio con il Comune di Avellino. Coglieremo l’occasione per applicare la nuova legge che prevede premialità per chi spinge la raccolta differenziata oltre i minimi di legge. Facciamo troppa indifferenziata che ci costa 190 euuro a tonnellata. Se facciamo meno indifferenziata pagheremo per una continuità inferiore ed anche i costi saranno inferiori. Stiamo studiando la soluzione migliore per implementare il porta a porta in città ed in tutte le frazioni, utilizzeremo isole ecologiche mobili per le case sparse e centri di raccolta di quartiere qualificanti in cui si potranno utilizzare questi servizi che all’aspetto esterno sembreranno dei bancomat. La percentuale a cui puntiamo è il 75%, ora siamo al 46% nel 2015. Di fatto siamo regrediti rispetto al passato. Il servizio dovrebbe partire in linea sperimentale già dall’estate, l’obiettivo è un netto miglioramento della qualità del servizio ed una riduzione dei costi per il Comune e per i cittadini. I tempi sono dettati dalla necessità di chiudere il bilancio di previsione, sono sicuro che riusciremo nel nostro intento.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<