Avellino, Auteri avanza. C’è la Casertana: aggiungi un posto al Partenio

Avellino, Auteri avanza. C’è la Casertana: aggiungi un posto al Partenio

9 Luglio 2020

di Claudio De Vito. L’Avellino è proiettato alla giornata di domani quando sarà svelata la programmazione relativa al settore giovanile con interpreti e staff annessi. Una costola del progetto tanto cara a patron Angelo D’Agostino, il quale però deve fare i conti con l’attesa dei tifosi tutta concentrata sulla scelta dell’erede di Ezio Capuano sulla panchina biancoverde.

Gaetano Auteri è il nome caldo per il nuovo ciclo, ma l’ex Viterbese Antonio Calabro lo insidia. Con il tecnico in uscita dal Catanzaro ci sarebbe stato già un approccio, ma si attende un incontro tra le parti per valutare eventualmente la possibilità di mettere nero su bianco. Se ne parlerà in questi giorni, con il direttore sportivo Salvatore Di Somma che spingerebbe per l’allenatore con il quale ha formato il tandem che valse al Benevento la promozione in B nel 2016.

Molto dipenderà dal budget e dalle ambizioni che la società intende mettere sul piatto: Auteri verrebbe per vincere, Calabro si accontenterebbe anche di un progetto improntato ad una linea verde di qualità. Al massimo entro l’inizio della prossima settimana in ogni caso sarà sciolta la riserva sulla guida tecnica in modo da gettare le basi per l’allestimento della rosa e l’organizzazione del pre-campionato.

A tal ultimo proposito, non è affatto da escludere che il club biancoverde alla fine decida di optare per una preparazione in loco al Partenio-Lombardi anche dopo Ferragosto. La data d’inizio del torneo è ancora incerta e in più Sturno è stato prenotato dalla Cavese. Spostarsi fuori regione sarebbe rischioso in termini sanitari, rappresentando la Campania un territorio a contagio praticamente zero. Rimanere in sede significherebbe inoltre avere già confidenza con il protocollo medico Figc applicato localmente, in termini di sanificazione degli ambienti e di individuazione del laboratorio che dovrebbe processare i tamponi ogni quattro giorni.

Piuttosto lo stadio potrebbe essere condiviso con la Casertana che avrebbe già ottenuto il via libera da società e Comune per allenarsi e giocare le gare di campionato in attesa dell’installazione del sintetico al “Pinto”. I falchetti indicheranno entro il termine del 29 luglio il Partenio-Lombardi quale impianto di scorta. Avrebbe voluto farlo anche la Turris, anticipata proprio dai falchetti che per metà settembre potrebbero disporre del nuovo terreno di gioco.