Autunno e Covid -19, i 4 scenari degli esperti

Autunno e Covid -19, i 4 scenari degli esperti

12 Agosto 2020

La vicenda Covid -19 per il prossimo Autunno sta interrogando un po’ tutti, in quanto non si è a conoscenza di ciò che accadrà quando le temperature scenderanno e si apriranno le scuole.

Il ministero della Salute e l’ISS hanno ipotizzato quattro scenari della pandemia da Coronavirus in Italia, che vanno da una visione più ottimistica a uno più pessimistica.

Nella migliore delle ipotesi parleremmo di “situazione di trasmissione localizzata” ossia ciò che stiamo vivendo nell’attualità odierna.

Il secondo scenario potrebbe portare ad un contagio diffuso ma gestibile se i valori resteranno compresi tra Rt=1 e Rt=1.25. In tal caso, non si riuscirebbe a tenere completamente traccia dei nuovi focolai ma la trasmissione del Covid sarà limitata e dunque con misure di contenimento il problema non sarebbe grave.

Terza ipotesi: Trasmissibilità sostenuta e diffusa con valori di Rt regionali compresi tra Rt=1.25 e Rt=1.5 ove si riuscirebbe a limitare modestamente l’avanzata del virus con incapacità di tenere traccia delle catene di trasmissione. Inoltre, si verificherebbero aumenti di casi gravi con rischi di tenuta sul sistema sanitario.

L’ultimo scenario, quello più pessimista, rappresenterebbe una trasmissibilità non controllata con criticità nella tenuta del sistema sanitario con valori Rt regionali maggiori di 1.5 per periodi lunghi (almeno un mese).

Ovviamente, per ogni scenario, gli esperti hanno previsto diverse azioni. Nel caso della situazione più pessimistica, si valuterà l’opzione del trasferimento interregionale dei pazienti e all’adattamento a scopo di ricovero in strutture che non sono adibite a tale utilizzo. Inoltre, il piano contiene una checklist per le regioni per valutare il livello di preparazione dei sistemi sanitari, percorsi dedicati per i pazienti Covid, ed indicazioni per le RSA, le quali dovranno avere un sistema di sorveglianza e monitoraggio epidemiologico e clinico istituito che consenta l’identificazione precoce di casi sospetti tra residenti e operatori.

Sono 4 anche le incognite che determineranno ciò che accadrà in autunno. La prima è la trasmissibilità del virus a fine estate. Le altre incognite, secondo gli esperti del ministero e dell’Iss, sono: la trasmissibilità del coronavirus nelle scuole; il grado di accettazione delle misure igienico-sanitarie e comportamentali per la prevenzione della trasmissione di SARS-CoV-2 da parte della popolazione generale compreso anche il contact tracing; la capacità di risposta dei sistemi di prevenzione e controllo    

Il piano con i 4 possibili scenari per l’autunno della pandemia di coronavirus è stato pubblicato sul sito della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, diffuso con una circolare alle Regioni, agli altri ministeri e a diverse istituzioni