Aurisicchio monito alla Margherita: Così non si va da nessuna parte

9 Novembre 2005

“Margherita egemonica. Centrosinistra difficile da costruire nei Comuni”. Un intervento che fa capire come la tensione tra le due forze maggiori irpine non si sia allentata. Un lungo excursus quello del massimo esponente provinciale della Quercia Raffaele Aurisicchio che ha chiamato a raccolta tutti i segretari di sezione della provincia. Un modo per discutere con loro di come organizzarsi in maniera ancora più pregnante sul territorio. Un incontro importante, quello che ha visto nella sede di Via Carlo Del Balzo al tavolo il segretario Raffaele Aurisicchio, il presidente Michele D’Ambrosio, Pucci Bruno, i segretari di sezione dei Comuni al voto, amministratori e un ospite d’eccezione: il dirigente nazionale Andrea Orlando. Più di trenta i Comuni chiamati al rinnovo del civico consesso nei quali bisognerà valutare l’intesa con il centrosinistra. Scettico appare Aurisicchio che mette subito in luce le difficoltà di costruire una alleanza considerate le continue spinte egemoniche della Margherita. Dunque un segretario che ha voluto il confronto in vista di appuntamenti che a torto o a ragione cambieranno o no, l’assetto governativo: politiche e amministrative. Lo scopo: focalizzare l’attenzione sull’appuntamento del 2006 e mettere in campo una strategia che veda la crescita del partito. Circa 100 mila abitanti in Irpinia chiamati al voto. Un dibattito interessante dove sono emersi spunti per una riflessione tutta politica. A parere del dirigente della Quercia nazionale, Andrea Orlando la parola d’ordine in vista degli appuntamenti elettorali, è l’unità; liste unitarie sia dal punto di vista politico che amministrativo. Ma tutto con un comune denominatore: “unità sì ma pari dignità tra tutti i partiti della coalizione”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.