Attacco hacker all’Ema, l’azienda conferma. Lavoratori in cassintegrazione fino a venerdì

0
2214

Attacco hacker all’Ema, l’azienda conferma ufficiamente nel corso di un incontro che si è tenuto presso gli uffici di Morra de Sanctis cui hanno preso parte le rappresentanze sindacali. Il summit era stato programmato proprio per fare luce su quello che è avvenuto lo scorso 17 novembre, quando c’è stato il blocco dei sistemi informatici che ha costretto il fermo della produzione e la cassintegrazione per buona parte dei dipendenti.

Nella riunione i vertici aziendali hanno ufficializzato che il blocco dei sistemi informatici ed il conseguente fermo di tute le attività lavorative è stato causato da un attacco informatico che ha colpito Ema la notte del 17 novembre.

La cassintegrazione, già applicita dal 17 novembre, verrà estesa per la settimana in corso, per tutti i dipendenti dal 21 al 25 novembre.