Atripalda, Palazzo Caracciolo: presentato il progetto di recupero del giardino storico

0
1041

“Il progetto che presentiamo oggi è di grande valore perché fa riferimento ad uno dei luoghi più suggestivi della nostra Città, Palazzo Caracciolo, un luogo che merita di essere valorizzato perché custodisce la storia di Atripalda come uno scrigno prezioso. Il progetto è di grande qualità e segnala una pratica virtuosa, quella della candidatura sui fondi del Pnrr che rappresenta un’opportunità da cogliere e che, insieme ad altre, come Amministrazione Comunale abbiamo colto. E’ questa la risposta più calzante a chi ci dice che non dobbiamo farci trovare impreparati e che dobbiamo programmare. Ecco, lo stiamo già facendo. E il progetto sul giardino storico di Palazzo Caracciolo ne è la più bella delle conferme”.

Lo dichiara Giuseppe Spagnuolo, sindaco di Atripalda, intervenendo questa mattina all’incontro di presentazione del progetto che si è svolto presso l’Aula Consiliare del Municipio di Atripalda.

“Dopo l’acquisizione dell’immobile e dei giardini avvenuta anni fa – ha continuato il primo cittadino – abbiamo provato a tenere aperto il parco, con visite guidate in maniera che potessero essere fruibili almeno in alcune specifiche occasioni dai cittadini, ma eravamo consapevoli della necessità di un intervento di recupero. Ci siamo attivati in questo senso grazie alla competenza dell’architetto Francesca Melillo che si è subito appassionata a questo lavoro. E’ stato, perciò, compiuto prima uno studio storico e poi architettonico-paesaggistico con l’obiettivo di recuperare l’impianto originario dei giardini con tutti gli utilizzi e le funzioni dell’epoca: dalle tipologie arboree e di piante ai percorsi, dalle fontane agli elementi scultorei che sono ancora presenti. Abbiamo perciò orientato questo studio alla definizione di un progetto che fosse in linea con quanto previsto dal bando del Pnrr dedicato proprio al recupero dei giardini storici italiani. L’intervento prevede anche un consolidamento strutturale oltre che ad un adeguamento dell’impiantistica. Il risultato sarà un efficacissimo mix tra tutela della storicità e modernità funzionale. Tutto questo darà grande lustro alla nostra città che potrà godere nuovamente di uno spazio preziosissimo e dall’indiscutibile valore storico”.

Il progetto di recupero del giardino storico di Palazzo Caracciolo non è l’unico candidato a valere sui fondi del Pnrr ma si inserisce in un elenco molto corposo di interventi progettati e presentati per un totale di circa quindici milioni di euro. Si tratta dei primi progetti candidati, un elenco destinato a crescere

Di seguito l’elenco dei progetti candidati a cui si aggiunge l’intervento, già presentato, relativo alla Digitalizzazione del Comune e ai servizi digitali per il cittadino:

Riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica di Contrada Alvanite – € 2.0000.000,00

Intervento per il restauro e la valorizzazione di parchi e giardini storici – € 1.987.302,33

Lavori di ristrutturazione edilizia della scuola elementare di via Manfredi “Mazzetti” – € 4.985.390,54

Ristrutturazione e rifunzionalizzazione edificio comunale di Rampa San Pasquale – € 2.950.000,00

Lavori di riqualificazione architettonica, funzionale e messa in sicurezza della palestra scolastica comunale annessa al plesso Masi – € 980.000,00

Interventi di miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani (l’intervento riguarda sei distinte zone del comune di Atripalda e si inserisce in un più ampio progetto dell’Area Vasta di Avellino)- € 972.251,61