Aste ok, Livia Forte risponde ai Pm

Aste ok, Livia Forte risponde ai Pm

28 Dicembre 2020

di AnFanTre ore di interrogatorio. Livia Forte, arrestata nell’indagine sul filone delle aste giudiziarie legato al Clan Partenio 2, ha deciso di chiarire la sua posizione di fronte ai Pm dell’Antimafia. E’ stata interrogata dal magistrato Henry John Woodcock. L’indagata ha negato legami col gruppo criminale teorizzato dagli inquirenti, chiarendo di non conoscere neppure della sua esistenza. La Forte, difesa dagli avvocati Carmine Danna e Alfonso Furgiuele, ha anche respinto le accuse rispetto al sistema di turbativa d’asta contestato dall’Antimafia

A inizio novembre, i carabinieri del comando provinciale del capoluogo irpino e i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli avevano arrestato quattordici persone ( otto in carcere e sei ai domiciliari) e sequestrato cinque società e altri beni (fra crediti, quote sociali e azioni) per un valore complessivo di oltre quattro milioni di euro.

Gli indagati erano accusati a vario titolo e con diversi gradi di responsabilità (accuse che ora dovranno passare al vaglio di un giudice) di Associazione per delinquere di tipo mafioso, Estorsione, Scambio elettorale politico-mafioso, Turbata libertà degli incanti, Falsità materiale, Truffa, Trasferimento fraudolento di valori e Riciclaggio.