Assalto ai tifosi del Cervinara, Daspo di 4 anni per tre ultras del Nola

0
18
tifosi

La Divisione di Polizia Anticrimine della Questura di Napoli ha emesso un divieto di accesso alle manifestazioni sportive per quattro anni nei confronti di tre tifosi del Nola, in seguito agli episodi avvenuti nel dopo partita di Nola – Cervinara di domenica 2 ottobre.

Il Daspo di quattro anni – con obbligo di firma presso il Commissariato di Nola durante le partite del Nola – “per la gravità e la premeditazione dell’azione violenta del gruppo”, è stato convalidato dal Gip presso il Tribunale di Napoli.

Secondo quanto riportato, al termine dell’incontro valido per il Campionato Eccellenza, una quindicina di persone con il volto coperto da sciarpe e passamontagna, ha assalito il pullman con a bordo settanta tifosi ospiti all’altezza dell’alveo di Casamarciano.

I malviventi sono sbucati all’improvviso dai cespugli ai lati della strada lanciando pietre contro la vettura, rompendo i vetri e colpendo il conducente, che è stato trasportato alla Casa di Salute Santa Lucia di San Giuseppe Vesuviano.

La polizia che scortava l’autobus con a bordo settanta tifosi del Cervinara, si è messa all’inseguimento dei criminali, identificando tre ultras del Nola, tra i 24 e i 30 anni, appartenenti al gruppo Ultras Cattive Abitudini (UCA).

Fondamentale il ritrovamento di un berretto marrone – oltre a razzi da segnalazione e un’asta per bandiera – che, grazie alle riprese effettuate durante la partita, ha condotto al riconoscimento di uno dei tre soggetti.

Poche ore dopo la polizia ha denunciato i supporter bianconeri per lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive, danneggiamento e lesioni.