Ariano, La Carità: “Il santuario di San Liberatore al centro di un processo di sviluppo di turismo religioso”

Ariano, La Carità: “Il santuario di San Liberatore al centro di un processo di sviluppo di turismo religioso”

3 Settembre 2020

Il candidato sindaco di centrodestra, Marco La Carità, ha incontrato i cittadini in c/da San Liberatore: «Questo è un posto di confine, bistrattato e conosciuto per la famigerata zona della Creta. Nel corso degli anni ci sono state faide che non hanno apportato beneficio a questo territorio, ora è il momento di riaggregarci e dialogare per costruire il futuro di questa zona. Sta di fatto che ci sono precise responsabilità tra cui Regione ed Alto Calore. Io, in caso di elezione a sindaco, farò la mia parte nel rispetto dei cittadini». Poi aggiunge sulla questione: «Ritornerò per parlare con i cittadini». Nel corso della serata si è instaurato un dibattito, che ha coinvolto gli abitanti della zona, i quali hanno avuto modo di esporre le problematiche che si ritrovano a fronteggiare da tempo, come la viabilità, ma soprattutto la gestione dei rifiuti a Santa Maria a Tuoro, appellandosi anche al senso civico della gente. Il candidato sindaco poi lancia l’idea di sviluppo per la zona: «Amo questa città e sin da bambino ho sentito un legame speciale con il Santuario di San Liberatore. Questo può essere valorizzato ed inserito in una rete di turismo religioso che possa attirare visitatori da ogni dove.» Inoltre La Carità interverrà nella serata di Venerdì 4 settembre, presso l’Hotel Incontro, durante la quale Stefano Caldoro, candidato a Presidente della Regione Campania, sarà ad Ariano Irpino per la campagna elettorale del Centrodestra.