Aquilonia – ‘Casa della Sinistra Democratica’: proposta dello SDI

0
7

Aquilonia – “Inaugurare una nuova stagione politica locale nel rispetto e in sintonia di quella che è stata la nostra storia”. E’ questo l’intento che si è fissato la sezione dello SDI di Aquilonia, alla luce del recente tavolo tecnico tenuto presso la sede del partito. Per l’occasione si sono ritrovati numerosi esponenti della forza politica: “Tanti compagni – informa la nota trasmessa – che, nell’ultimo quarto di secolo, hanno rappresentato con perseveranza, passione e competenza quei valori che si rifanno alla sinistra socialdemocratica, laica e riformista, insieme ad un nutrito gruppo di giovani, poco più che adolescenti, che hanno deciso di porre in essere un’esperienza politica come quella del movimento giovanile socialista”. Tra gli obiettivi stabiliti, spicca quello della costituzione di una grande ‘Casa della Sinistra Moderata’ il cui punto di riferimento sia rappresentato dal Socialismo Democratico Europeo. “Obiettivo – dichiara Lello Gaia, ex sindaco socialista di Aquilonia – che si inserisce in seno ai profondi mutamenti che si stanno delineando negli scenari politici nazionali e che godrà della simbiosi con questi giovani, che hanno scelto lo Sdi come strumento per il loro impegno sociale. Una sinergia strutturata sull’apporto della nostra esperienza e sagacia oltre che del loro entusiasmo ed energia”. A sostegno dell’iniziativa, giunge inoltre il commento di Vito Maglione, assessore socialista al Comune, che pone in risalto l’attività politica svolta dalla maggioranza, espressione del centro sinistra. “Il programma amministrativo – sottolinea – è stato attuato in pieno, con un’azione molto incisiva e l’intercettazione di ulteriori opportunità di crescita non contemplate dallo stesso. Un lavoro svolto che ci lascia ben sperare sui programmi di sviluppo futuro, non solo territoriali, ma anche intercomunali, al fine di favorire le condizioni per uno sviluppo economico, culturale e sociale”. Ed è proprio in questo senso che lo SDI individua, tra le priorità operative, la gestione delle attività quotidiane e il rapporto con i cittadini, per il quale avverte: “E’ opportuno ripristinare un dialogo maggiore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here