Ampliamento Stir, “Lotta per la vita” contro il Comune di Avellino: “Giravolta inaccettabile”

0
7

“Assistiamo con stupore che al tavolo della conferenza dei servizi, tenuto questa mattina, presso la sede regionale di Avellino dell’assessorato dell’ambiente, sono andate stravolte le delibere di Consiglio Comunale dei paesi della valle del Sabato, in merito alla vicenda dello STIR”. La denuncia arriva da Anna Candelmo, presidente dell’associazione “Lotta per la vita”

“Come è noto, IrpiniAmbiente, società pubblica della Provincia, presentò a suo tempo un progetto di ampliamento dello STIR, affinché potesse ricevere maggiori quote di rifiuti umidi – ricorda Candelmo. Si ricorda bene, a tale proposito, che il Consiglio Comunale di Avellino, nel febbraio 2017, mostrò ferma volontà ad opporsi nettamente ad ogni ipotesi di ampliamento dello STIR, o anche utilizzato come luogo di trasferenza, e, dunque, molto strano ci appare la giravolta che il Comune di Avellino stesso ha compiuto questa mattina al tavolo della conferenza dei servizi. Perché? Cosa è cambiato, rispetto alla contrarietà espressa dal consiglio comunale assunta nel febbraio 2017?”

“Noi auspichiamo, invece, che lo STIR debba essere delocalizzato, altro che ampliato  – sottolinea Candelmo. O che perlomeno, esso possa trasformarsi in una isola ecologica, così da liberare quell’area della città e dei suoi contermini dai miasmi maleodoranti e nauseabondi; si operi affinché venga ripristinata la salubrità dell’ambiente. Noi ne abbiamo giusto diritto”.