Amministrative, Libera apre l’operazione trasparenza

0
24

E’ ancora una volta trasparenza la parola chiave di Libera per la campagna elettorale per il rinnovo dei consigli di 46 comuni irpini. “Chiederemo a tutti i candidati di collaborare”, precisa la referente provinciale Emilia Noviello. “Naturalmente daremo comunicazione di chi aderirà alla nostra piattaforma, ma anche di chi deciderà di non farlo”.

“Il coordinamento provinciale di Libera ha ritenuto necessario aprire uno spazio di proposta e monitoraggio su alcune tematiche che non possono essere trascurate in un momento così delicato. Il contrasto alle mafie e alla corruzione ha bisogno di strumenti nuovi che vadano oltre la repressione”, precisa Noviello al Circolo della Stampa.

La campagna “Amministrazione Trasparente” è un appello alla collaborazione rivolto a tutti i candidati. “Come prima cosa chiediamo di presentare il curriculum. Può sembrare una banalità, ma sapere chi sono i candidati e le esperienze fatte è importante per noi e per la comunità intera”, precisa Noviello.

Al secondo punto ci sono le fonti e le cifre della campagna elettorale. “Sapere non solo quanto, ma anche chi ha finanziato la campagna elettorale sarebbe per noi importantissimo”. Ma Libera chiede primi impegni anche ai futuri sindaci, come l’istituzione di un tavolo permanente con le associazioni a seconda delle tematiche.

“Vanno inoltre costruiti momenti di informazione pubblici e discussione sulle tematiche rilevanti del comune anno per anno. Così come chiediamo di coinvolgere Libera quando si dovrà adottare il Piano Triennale Anticorruzione”, aggiunge la referente provinciale.

Sul fronte social e internet, l’associazione chiede che “le pagine che ogni amministrazione gestisce non siano scatole vuote, ma assolvano alla loro funzione informativa, consultativa e partecipativa. Lo stesso vale per il sito ufficiale del comune, è necessario che sia sempre aggiornato e sempre meglio fruibile dai cittadini”.

Agli ultimi due punti della piattaforma ci sono l’adesione alla Giornata Nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e l’intitolazione di uno spazio ad una vittima innocente di camorra.