Amdos, al via la tre giorni su prevenzione del tumore al seno

0
11

Ha preso il via la tre giorni d’incontri sulla prevenzione del tumore al seno con il l’invito al Manager del Moscati, dott. Pino Rosato, del secondo acceleratore lineare al Reparto di Radioterapia. Infatti uno solo è insufficiente e ci sono liste di attesa insostenibili per le donne e per tutti i malati oncologici che sono costretti ad andare fuori provincia. La tre giorni è organizzata dall’Amdos di Avellino e si tiene presso la sala della Parrocchia di San Ciro.
Dopo la presentazione della proposta della dott.ssa Silvana Ianuario, hanno relazionato la dott.ssa Sara Serrao e la prof.ssa Amalia Benevento.
L’intervento della Serrao è stato incentrato sull’impatto della malattia sul paziente e su tutti i componenti della famiglia. La famiglia solitamente in questi casi cambia la normale convivenza e tira fuori l’affetto e il legame profondo che unisce tutti i suoi componenti. E’ stata, tra l’altro, riportata la testimonianza di una giovane figlia che in occasione della malattia del padre ha aperto un dialogo con il genitore che prima era totalmente assente.
E’ seguito l’intervento della prof.ssa Amalia Benevento che ha portato l’esperienza del progetto”senontinformo” attraverso il quale l’Amdos ha richiamato l’importanza di arrivare anche alle giovani donne per la diffusione della cultura della prevenzione attraverso la conoscenza e l’autopalpazione. Infatti, l’associazione con il concorso del CSV di Avellino ha investito nella comunicazione alle giovani studentesse con incontri nelle scuole di Avellino e provincia. Il messaggio chiaro è quello che il tumore al seno prima si scopre, più è piccolo e maggiori sono le possibilità di guarigione.
Sono intervenute nel dibattito apportando esperienze e utili testimonianze Mirella Zerlenga, Carmela Ricciardelli e Maria De Lorenzo. Sono seguiti i saluti del presidente del CSV, Stefano Iandiorio.
Nella giornata di Venerdi alle ore 16,30, sempre nel sala della Parrocchia di San Ciro, continua la tre giorni con gli interventi della dott.ssa Carla Ciccone sugli effetti ginecologici della terapia ormonale nelle donne operate. E ancora la dott.ssa Emanuela Rossi parlerà dell’ambulatorio di Counseling oncogenetico istituito di recente al Moscati di Avellino che è molto importante quando c’è già stato un caso in di tumore al seno in famiglia. Seguirà la relazione della dott.ssa Silvana Ianuario sulla prevenzione del linfedema, complicanza dell’intervento chirurgico e della radioterapia, attraverso una corretta rieducazione post-operatoria.
Conclude la giornata la dott.ssa Pina Martina dell’Amdos di Lioni che parlerà dell’importanza del volontariato, supporto utile alle giornate della prevenzione che il dott. Carlo Iannace effettua di domenica raggiungendo anche i paesi più lontani della provincia. E’ prevista la presenza del presidente del Lions di Avellino, avv. Gerardo Mauriello, che ha sostenuto l’iniziativa.
Sabato parlerà della questione della previdenza la dott.ssa Antonella Coppola e ci sarà l’atteso intervento del dott. Calo Iannace che chiuderà la tre giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here