Ambiente, Iannace: “Con legge sul gas radon più attenzione ai cittadini”

Ambiente, Iannace: “Con legge sul gas radon più attenzione ai cittadini”

25 Giugno 2019

Esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon, c’è la legge. “Aggiunge un ulteriore tassello alla tutela della salute dei cittadini campani, in particolare alla comunità scolastica. Ѐ un ottimo testo”, commenta il consigliere regionale Carlo Iannace.

La legge “Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon in ambiente confinato chiuso” è stata approvata nella seduta di oggi del Consiglio Regionale della Campania.

“Questo tipo di leggi non solo contribuiscono alla tutela della salute e ad una maggiore conoscenza dei rischi dal punto di vista ambientale su tematiche non sempre note ai cittadini, ma creano anche nuove possibilità occupazionali e quindi nuove competenze”, aggiunge Iannace.

La legge campana fissa i livelli limite di concentrazione di gas radon per le nuove costruzioni ad una media annua non superiore ai 200 Bq/mc, al di sotto anche dei parametri europei, che sono fermi a 300 Bq/mc. Ciò per porre margini ancora più stringenti e restrittivi. Particolare attenzione è stata poi riservata nel testo agli edifici destinati all’istruzione, compresi gli asili nido e le scuole materne, spesso ubicati ai piani bassi, dove il radon più facilmente può annidarsi. La legge prescrivere verifiche e controlli periodici, obbligando a trasmetterne gli esiti ad Arpac e alle Asl di riferimento