Allarme bomba alla Cisl, la vicinanza e la solidarietà dei sindacati

Allarme bomba alla Cisl, la vicinanza e la solidarietà dei sindacati

15 Giugno 2020

La Cgil di Avellino con il segretario generale Franco Fiordellisi esprime vicinanza e solidarietà agli amici della Cisl IrpiniaSannio e al segretario generale Doriana Buonavita.

«Mi interrogo – dice Fiordellisi – sulle criticità che stanno prendendo la società ed in particolare Avellino, un piccolo centro che soffre, particolarmente, per questi tipi di allarmi».

«Come sindacati siamo in prima linea e da tempo avvertiamo un malessere diffuso che sta crescendo, anche per una serie di annunci fatti dai vari livelli governativi, regionali e nazionali che poi, per molti non si tramutano in risposte economico sociali, perché c’è questo o quel particolare che non permette di accedere a qualcosa».

«Consigliamo a tutti, i vari politici di maggioranza o opposizione, di fare meno annunci e che quelli fatti siano precisi e puntuali perché la perenne campagna elettorale in un momento così grave e delicato a seguito dell’emergenza sanitaria ha portato e porterà l’aggravante di disparità sociali che dovranno essere governate a partire da serie risposte sulla creazione di lavoro dignitoso, in particolare nelle aree storicamente deboli come il Sud e l’Irpinia».

Anche Luigi Simeone, segretario generale Uil Avellino/Benevento, ha espresso la sua solidarietà: “La Uil Avellino/ Benevento esprime solidarietà per l’accaduto ai colleghi della Cisl Irpinia/Sannio. Noi continueremo, di concerto con le altre sigle sindacali, il nostro impegno quotidiano accanto a chi rischia di perdere il posto di lavoro e a chi lo sta cercando: questa provincia ha risorse umane, know how e potenzialità per uscire dall’impasse e generare economia e sviluppo per tutti”.

“Piena solidarietà ai dipendenti e ai sindacalisti della Cisl Irpinia Sannio che, questa mattina, hanno vissuto attimi di tensione”.

Aggiunge Costantinos Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl Avellino. “Un plauso va alle forze dell’ordine – prosegue Vassiliadis – tempestive come sempre nell’intervenire. Sono certo che sapranno dare giusta luce alle indagini. Quanto accaduto oggi, in un contesto storico ed economico così fragile, deve spingerci a non sottovalutate simili azioni. Non dimentichiamo che, solo poche settimane fa, un ordigno devasto’ l’ingresso del Centro per l’Impiego. Tutti segnali inquietanti che devono far tenere alta l’attenzione sulla città. Una città ricca di potenzialità ma ostacolata da molteplici problematiche”.