All’Abbazia del Loreto di Mercogliano il concerto della Banda musicale dei Vigili del Fuoco

0
657

All’interno del suggestivo scenario del chiostro dell’Abbazia del Loreto a Mercogliano si terrà il 15 luglio, alle ore 20.30, il concerto della Banda musicale del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, diretta dal Maestro Donato Di Martile.

Saranno presenti il Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Interno On. Carlo Sibilia, il Direttore Regionale dei Vigili del Fuoco della Campania Ing. Emanuele Franculli e il Comandante Provinciale Ing. Mario Bellizzi e le autorità civili, militari e religiose della provincia.

La Banda Musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco viene formalmente istituita nel 2017. In precedenza, dal 1939, disponeva di una fanfara che accompagnava le cerimonie di giuramento degli allievi.
Composta da 45 esecutori, tutti provenienti dai più famosi conservatori di musica italiani, partecipa con stile e bravura alle celebrazioni pubbliche più importanti: essa rappresenta degnamente il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

L’elevato livello artistico raggiunto negli ultimi anni contribuisce a diffondere l’immagine del Corpo ed a rappresentarlo degnamente in occasioni di manifestazioni pubbliche, sfilate, concerti, riscuotendo unanime apprezzamento dalla critica ed un grande successo di pubblico.

DONATO di MARTILE, nato a Pescara il 25-07-1974, si è diplomato in corno presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara con il M° Fiorangelo Orsini. Numerosi sono i concerti tenuti all’estero in Paesi quali: Australia, Canada, U.S.A., Ecuador, Malesia, Francia, Belgio, Spagna, Ungheria, Slovenia, etc… Ha conseguito il diploma in “Direzione di Banda” al corso triennale di perfezionamento presso l’Accademia musicale di Pescara con il M° Fulvio Creux. Nell’Anno Accademico 2005-06 ha conseguito il Diploma Accademico di Secondo Livello in “Discipline Musicali” presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara.

Il 27 dicembre 2013, in considerazione di particolari benemerenze, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, il Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano gli conferisce il titolo di “Cavaliere al merito della Repubblica Italiana”. Si esibisce con tale formazione nei più prestigiosi teatri italiani.