Alla “Luiss” di Roma il ricordo ed una borsa di studio in memoria di Antonio Parente

0
5437

Alla “Luiss” di Roma il ricordo ed una borsa di studio in memoria di Antonio Parente. Anche la “Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli” scende in campo per onorare la figura di un irpino illustre, nativo di Montefusco e figlio della nostra terra che ha sempre amato, nonostante il lavoro lo abbia portato fuori dalla provincia di Avellino.

Parente, dopo il diploma al Liceo Scientifico “P.S. Mancini” di Avellino e dopo la laurea, ha fatto tantissima strada, fino a diventare direttore generale del Mit – Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili – e amministratore unico di Ferrovie della Calabria Srl. La sua morte, avvenuta nel novembre del 2020, ha destato profondo cordoglio in tutti, anche in chi non lo consoceva.

L’irpino Antonio Parente non solo era una persona sempre affabile e a modo. Era, soprattutto, oltre ad un padre ammirevole, un grande e stimato professionista. Proprio allo scopo di ricordarlo sempre, è nato un comitato organizzatore delle celebrazioni in memoria di Antonio Parente, con sede a Cosenza, presieduto da Aurora Parente, figlia del compianto Antonio.

Il comitato si propone “di organizzare iniziative di carattere culturale, scientifiche e/o benefiche rivolte prioritariamente al mondo giovanile ed alle tematiche afferenti il Trasporto Pubblico”.

Oltre ai componenti all’atto costititutivo, possono far parte del comitato persone fisiche che per ragioni personali, professionali e/o di volontariato, “abbiano avuto consolidati rapporti con il dottore Parente nel corso dell’attività lavorativa e di proselitismo umanitario svolta dallo stesso prima dell’immatura scomparsa e che ne facciano motivata istanza all’assemblea del comitato stesso”.

Un’importante iniziativa in memoria di Antonio Parente si terrà mercoledì 30 marzo alle 15.30 a Roma, presso l’aula Magna Mario Arcelli, Campus Luiss di Viale Pola 12. Prevista una tavola rotonda dal titolo “La figura del Mobility Manager”.

Ci saranno i saluti di Giovanni Lo Storto (direttore Generale Università Luiss Guido Carli); introduzione al progetto: Giuseppe Catalano, responsabile struttura tecnica di missione, MIMS; Angelo Mautone, direttore generale per il Trasporto pubblico locale e la mobilità sostenibile, MIMS; Andrea Gibelli, presidente ASSTRA.

Relazione sulla figura del Mobility Manager: Federica Brunetta, professoressa di Economia e Gestione delle Imprese, Luiss Business School. Intervengono: Vincenza Bruno Bossio, segretario Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazione, Camera dei deputati; Roberto Occhiuto, Presidente Regione Calabria.

Presentazione Borsa di Studio in ricordo di Antonio Parente: Giuseppe Lo Feudo.

Comitato in memoria di Antonio Parente: Ernesto Ferraro, amministratore Unico di Ferrovie della Calabria. Le conclusioni sono affidate ad Enrico Giovannini, ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili.