Alcol alla guida e Fogli di Via Obbligatori: il bilancio dei controlli dei Carabinieri

Alcol alla guida e Fogli di Via Obbligatori: il bilancio dei controlli dei Carabinieri

2 Novembre 2019

Fermato dai Carabinieri della Stazione di Aiello del Sabato un 25enne che si era messo alla guida di un’autovettura in evidente stato i alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcool, confermata con test etilometrico. Per il giovane è scattata la denuncia in stato di libertà, oltre al ritiro della patente di guida.

I Carabinieri della Stazione di Montefredane, invece, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato per “reiterazione nella guida senza patente” un 35enne del posto, già sanzionato per la stessa violazione lo scorso mese di luglio.

Sempre i militari dell’Arma hanno avanzato la proposta per l’emissione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio nei confronti di quattro pregiudicati (due della provincia di Napoli e due della provincia di Benevento), sorpresi in atteggiamenti sospetti in prossimità di abitazioni isolate in Valle Caudina e del cui comportamento non hanno fornito plausibili giustificazioni.

Denunciato, inoltre, dai Carabinieri della Stazione di Roccabascerana un 30enne della provincia di Benevento, sottoposto alla libertà vigilata con obbligo di dimora all’interno di un centro terapeutico, per essersi allontanato arbitrariamente dalla citata struttura, così come un 65enne di Montesarchio per aver trasgredito le prescrizioni inerenti al Foglio di Via Obbligatorio.

E’ parte dell’esito dei controlli del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Avellino, coordinati dal Comando Provinciale, per la prevenzione e la repressione dei reati in genere.

I controlli hanno interessato sia il capoluogo irpino che l’hinterland, con servizi di perlustrazione ad ampio raggio, puntando l’attenzione oltre che alla prevenzione dei reati anche alla sicurezza stradale, in modo particolare alle principali arterie sia della città di Avellino che dei centri abitati limitrofi, ancora troppo spesso teatri di gravi incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto alle norme del Codice della Strada.

Oltre che alla velocità, le pattuglie, spesso capeggiate dai Comandanti di Stazione, hanno proceduto a numerose perquisizioni nonché alla verifica della soglia di alcool degli automobilisti e centauri con l’ausilio di etilometro.

Gli equipaggi delle Gazzelle dell’Arma hanno effettuato molteplici posti di blocco e proceduto al controllo di oltre 150 autoveicoli e all’identificazione di circa 400 persone.