Al Vanvitelli si parla di inquinamento e riscaldamento globale

0
2

Di questi temi, di effetto serra e dell’influenza dei nostri comportamenti sull’inquinamento atmosferico l’ingegnere Michele Zarrella, la preside emerita Dora Garofalo e il dirigente scolastico Pietro Petrosino parleranno ai ragazzi delle classi quinte del Vanvitelli, mercoledì 14 maggio, alle ore 10,00. Dal 2005, quando è entrato in vigore il trattato di Kyoto con la ratifica anche della Russia, i governi continuano ad esprimere preoccupazione riguardo al riscaldamento globale e all’ambiente, ma finora non hanno intrapreso azioni mirate a stabilizzare il clima e a preservare la terra. L’atmosfera si sta riscaldando a causa dell’effetto serra, dovuto a molteplici fattori, tra i quali la crescita della popolazione, la deforestazione, l’utilizzo di combustibili fossili. Il riscaldamento globale è un grave pericolo per l’umanità e l’indifferenza generale lo è ancora di più. A fine secolo si potrebbero riscontrare cambiamenti climatici con enormi problemi per la nostra specie. Nell’ultimo rapporto sui cambiamenti climatici, redatto nel settembre 2013 dal gruppo di scienziati dell’IPCC dell’ONU, si afferma che “è estremamente probabile che i mutamenti climatici siano causati dalle attività umane”. Continuando, quindi, con l’attuale modello di crescita basato sul consumo, sul profitto e su scelte utili a pochi e a danno dell’intera comunità, potremmo giungere nel giro di pochi decenni ad un punto di non ritorno. Si ritiene, pertanto, molto importante che le persone e i giovani in particolare siano coinvolti in modo più significativo e che vengano a conoscenza di cosa significa continuare ad estrarre ulteriormente le fonti fossili e riportare in atmosfera quella parte di CO2 che la Terra ha sapientemente nascosto nelle sue viscere. La scuola è chiamata a dare le giuste informazioni ai giovani, ne va del loro futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here