Al “Vanvitelli” di Lioni, Giornata Internazionale Persone Disabili con l’Unicef

0
14

Anche quest’anno, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, il Vanvitelli di Lioni ha voluto vivere un momento di riflessione e solidarietà, come ormai avviene da diversi anni.

Per il secondo anno, l’istituto lo ha fatto attraverso la collaborazione con Unicef Avellino e la sua Presidente, Amalia Benevento.
La manifestazione, voluta dal Dirigente Scolastico, Prof. Sergio Siciliano e promossa dalla Funzione Strumentale per l’Integrazione, Prof.ssa Catia Multari, insieme con il Gruppo per l’Inclusione, rientra tra le attività dell’offerta formativa dell’istituto, che da quest’anno aderisce al progetto “Scuola Amica” UNICEF, il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, organo sussidiario dell’ONU che ha il mandato di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni) in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita.
L’evento si è svolto il 10 dicembre 2016, presso l’Aula Magna “N. Popoli”, in un’atmosfera festosa e colorata, durante la quale non sono mancati spunti di riflessione, attraverso la visione di brevi spot sulla capacità di percepire le differenze con gli occhi dei bambini e di vedere la diversità come un’opportunità più che come un limite.
Sono stati realizzati angeli natalizi e omini pan di zenzero Unicef, rigorosamente a mano, grazie all’entusiasmo creativo degli alunni delle classi 2^ CAT, 1^ C e3^ C En, 1^ e 4^ SSS, 5^ B En e 5^ Asv dei vari plessi dell’Istituto, sostenuti dalle docenti Lara De Vinco e Enza Pompeo.
Sebbene realizzato qualche giorno più tardi rispetto alla ricorrenza istituzionale del 3 dicembre, l’evento si inserisce in una rosa di iniziative finalizzate alla sensibilizzazione degli alunni e di tutto il personale della scuola sulla tematica dell’inclusione, tra i nostri obiettivi prioritari e l’idea di associare questa ricorrenza all’operato Unicef è stato piuttosto naturale” – ha affermato il Dirigente Scolastico, Prof. Siciliano, che ha aggiunto- “Da sempre la nostra scuola si adopera non solo a formare da un punto di visto didattico i nostri alunni, ma anche a stimolarli nell’acquisizione di una coscienza civile fondata sulla solidarietà e sull’apertura mentale verso tutti. Il processo dell’inclusione è lento e pieno di ostacoli, ma attraverso l’educazione e il rispetto dell’altro potremo farne un percorso sostenibile e civilmente responsabile. Ringrazio perciò la nostra amica Amalia Benevento, i nostri alunni ed il gruppo per l’inclusione per aver dato vita ad una mattinata allegra e altrettanto significativa, all’insegna della condivisione. “