“Al centro per Atripalda”: la parola passa ai giovani

0
6

Atripalda – “Al Centro per Atripalda” prosegue negli incontri con i cittadini nei diversi quartieri della Città. La squadra capeggiata dal candidato a sindaco Arturo Iaione sarà domani a via Appia a partire dalle 19,30. L’ascolto delle esigenze della gente e l’illustrazione del programma ad opera dei candidati al Consiglio, sono il sale di questi appuntamenti. A proposito di programma, ed in attesa del confronto elettorale di domenica sera in Piazza Umberto I, al “Centro per Atripalda” sostiene e dà forza ai suoi giovani. Fabiola Scioscia, 26 anni, rappresentante femminile del movimento giovanile dell’Udeur è alla prima esperienza in una competizione elettorale: “Dopo aver svolto il servizio civile presso il Comando di Polizia Municipale e aver visto da vicino i problemi della Città – afferma Scioscia – ho sentito il dovere di impegnarmi in prima persona, per contribuire nel mio piccolo, a rappresentare le esigenze della gente, specie quelle di noi giovani”. Come lei, il coetaneo Giuseppe Ricciardelli, che dopo gli anni passati a giocare nella locale squadra di pallacanestro è alla prima tornata elettorale con la volontà di dare voce alle periferie, battendosi per la necessità di strutture (sportive e non) da destinare alle nuove generazioni. Sulla stessa lunghezza d’onda Sabino Nazzaro, da sempre impegnato nell’associazionismo giovanile d’ispirazione cattolica, che si candida per mettere al servizio della futura Amministrazione la sua persona, attenta e disponibile alla risoluzione dei problemi. È un giovane ma ormai veterano della politica, l’avvocato Paolo Spagnuolo, 32 anni, sposato e padre della piccola Angelica. È ritornato alla competizione elettorale dopo anni di riflessione sposando il progetto del circolo Don Sturzo: “Ho forti motivazioni – afferma Spagnuolo – perché vedo in questa lista una giusta miscela di saggezza e briosità. Una lista fatta di persone che, come primo impegno, saranno in mezzo alla gente. Ma soprattutto puntiamo a dire basta alla politica che confonde i diritti con i doveri”. Nel corso degli appuntamenti con gli elettori, Iaione ha più volte ribadito la necessità di dare attenzione ai ragazzi, lunedì prossimo è in programma una serata esclusivamente dedicata a loro, intanto l’avvocato spiega: “Al Centro per Atripalda vuole creare la classe dirigente del domani. Per fare questo c’è bisogno che i giovani atripaldesi rimangano nella loro Città. Ecco perché in programma abbiamo la volontà di creare uno sportello unico per i giovani, in grado di indirizzare sui finanziamenti e le agevolazioni favorendo l’avvio di piccole attività imprenditoriali. Inoltre, è già in programma la nascita del centro di aggregazione sulla collina di San Pasquale, ma noi faremo di più, potenziando l’Ufficio Informagiovani e la Consulta che fino ad oggi hanno prodotto poco, e riservando aiuti alle giovani coppie affinché possano accedere ad una casa tutta loro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here