Air: Darby fermo ai box. In campo Lisicky. Partita su Rosso Alice

0
2

Questa sera al Pala Verde di Villorba la Scandone scenderà in campo contro i campioni d’Italia della Benetton Treviso. Una sfida che in teoria dovrebbe essere dal pronostico chiuso, ma gli irpini possono avere la possibilità di giocarsela. Sognare non costa niente. È vero, davanti ci si ritrova una squadra scudettata dalla grande organizzazione con ottimi giocatori, ma come disse Boniciolli dopo il derby con Scafati, “possiamo vincere e perdere con tutti”. In questo momento le due squadre stanno attraversando un eccellente momento di forma. La squadra di David Blatt è reduce da tre vittoria esterne tra campionato e coppa e contro Avellino cercherà di portare avanti la serie positiva. Tra i protagonisti delle ultime vittorie e soprattutto del successo in Eurolega c’è Marco Mordente. I 21 punti, che fra l’altro sono il suo career high in Eurolega, battono i 20 realizzati sempre in Francia lo scorso anno a Strasburgo (5/5 da due e 3/4 da tre). La guardia teramana molto umilmente spiega di non essere interessata alle prestazioni individuali, l’unica cosa che interesse alla guardia della Nazionale italiana sono i successi che ottiene la squadra. Mordente commenta così la sfida con Avellino: “Credo che l’Air sia una delle squadre più sottovalutate, all’inizio ha avuto difficoltà e ora è in notevole crescita. E quindi come sempre dovremo interpretare bene la gara”. Queste le dichiarazioni di un determinato Mordente, che con il biancoverde Andrea Pecile ha vissuto le prime esperienze nel basket che conta. I due erano i ragazzi terribili che nella stagione 1999/2000 giocavano nella Banca Popolare Ragusa. Alla squadra di Matteo Boniciolli mancherà il play americano Lamar Brent Darby. Il giocatore statunitense, già utilizzato con il contagocce domenica scorsa, questa sera darà forfait. I problemi al piede continuano, la microfrattura infastidisce l’atleta irpino. I tempi di recupero sembrerebbero lunghi. Sicuramente Darby salterà anche la gara con Bologna domenica prossimo. Il suo ritorno è ipotizzabile il 30 dicembre contro la Premiata Montegranaro. Spazio quindi per l’insostituibile Pete Lisicky. Ma c’è curiosità per vedere all’opera il neo acquisto Isiah Victor. Si spera che lo statunitense non faccia rimpiangere Capel, che quando ha giocato ha mostrato tutto il suo valore. Il coach della Benetton, David Blatt, dopo la vittoriosa trasferta di Orthez si è detto orgoglioso dei suoi ragazzi. In primis ha ringraziato Marcus Goree. L’ala americana ha giocato con problemi fisici e molto probabilmente non scenderà in campo stasera con Avellino. I biancoverdi d’Irpinia per portare a casa la vittoria dovranno cercare di rimanere in partita per tutti i 40’. Servirà una difesa solida, bisognerà lottare a rimbalzo e ridurre il contropiede avversario. Ma in particolare sarà importante bloccare la mente della squadra trevigiana, Nikolaos Zizis. Il greco campione d’Europa con la sua Nazionale e vice campione del mondo è al momento il miglior play del campionato italiano. Ma oltre al greco Blatt potrà sfruttare il dinamismo e la rapidità di Terrel Lyday. Utilissimo per cambiare il ritmo alla squadra. Senza dimenticare i nazionali Mordente, Soragna e Gigli. Matteo Soragna, che in passato Sanfilippo provò a portare a in Irpinia, è l’uomo in più della squadra del presidente Gilberto Benetton. Un giocatore duttile, capace di fare sempre la cosa giusta al momento giusto. Non a caso proprio grazie alle giocate del mantovano i biancoverdi della Marca sono riusciti a sbancare prima Roma e poi Orthez. Angelo Gigli invece è alla sua prima stagione in un club importante, dopo gli anni di Reggio Emilia. Il romano, che ancora sogna la NBA, ha il difficile compito di far dimenticare il ‘mago Bargnani’. Missione impossibile, o quasi. Dopo un avvio altalenante anche l’azzurro è in ripresa. Da tenere d’occhio soprattutto per il suo tiro dalla distanza. Goree come detto è in forse, ma non ci sono problemi perché sotto le plance c’è Joey Beard, un vero e proprio lottatore, ma soprattutto Spencer Nelson. L’ala/pivot americana sta davvero sorprendendo tutti. Mentre il sostituto di Richie Frahm, Bryan Smith non sta incidendo più di tanto. Boniciolli oltre a giocare con il suo classico quintetto, potrà sfruttare anche i ‘4’piccoli come ha fatto la scorsa domenica contro Teramo. Il quintetto che prevede Strong da ala forte è andato molto bene. Lo ‘spagnolo’ ha la forza fisica per tenere gli avversari che giocano in post basso in difesa, nonostante subisca in centimetri. Mentre in attacco potrà provare a battere i 4 avversari dal palleggio. Queste sono le carte in tavola, Avellino può far saltare il banco. Tutti i tifosi avellinese potranno seguire la partita attraverso le frequenze di Radio Tenda 96.4, oppure su internet su Rosso Alice a 2 euro è possibile acquistare e vedere la gara della Scandone.( di Giovanni La Rosa)

Benetton Treviso: Lyday, Smith, Zizis, Soragna, George, Mordente, Rullo, Renzi, Gigli, Nelson, Goree, Beard
All. David Blatt

Air Scandone Avellino: Victor, Jamison, Curry, Strong, Zanelli, Pecile, Rossetti, Maioli, Frascolla, Bryan, Cerullo, Lisicky
All. Matteo Boniciolli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here