Caso Aias, l’Asl scrive alla Regione. Lavoratori e pazienti hanno bisogno di una struttura

0
7

Centro Aias, i lavoratori e i pazienti hanno bisogno di certezze e, sopratutto, di una nuova struttura. Il dirigente dell’Asl, Maria Morgante, al termine del lungo vertice di oggi in Prefettura è pronta, attraverso una missiva che domani sarà indirizzata ai vertici della Regione Campania, a chiedere il distacco delle prestazioni dei servizi nelle sedi di Nusco e Calitri. Al momento l’unica soluzione tangibile per rispondere a questa fase emergenziale.

Allo stesso tempo il Prefetto, Anna Maria Tirone, in sinergia con l’Azienda Sanitaria solleciterà la Regione affinché dia in tempi stretti una risposta. Si tratta di una soluzione tampone: nell’arco di 90 giorni gli enti preposti dovranno intercettare una nuova struttura. A quanto sembra i commissari dell’Aias avrebbero indicato come una delle possibili sedi, ma è in corso di valutazione, quella dell’ex Inps in via Pescatore.

“Queste sono ore decisive per il centro Aias ma, sopratutto, per tutti coloro che usufruiscono dei suoi servizi. Fino a quando la Regione Campania non risponderà all’Asl sul distacco delle prestazioni nelle sedi di Calitri e Nusco i lavoratori saranno messi in ferie forzate almeno per sette giorni. L’impegno da parte nostra – precisa Costantino Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl Avellino – e di tutti coloro che sono coinvolti in questa vicenda è totale. Nel rispetto dei lavoratori ma anche dei pazienti: per loro sarebbe un grave danno cambiare terapista o addirittura bloccare la cura”.