Agguato di Camorra a San Martino: si stringe il cerchio su chi ha sparato

0
1972

Si stringe il cerchio su chi questa mattina a San Martino Valle Caudina ha esploso colpi d’arma da fuoco nei confronti di un 64enne pregiudicato, considerato negli anni scorsi uomo di punta del clan Pagnozzi, e di un suo congiunto, ferendoli all’addome e alla gamba il primo e di striscio il secondo. Le vittime, immediatamente soccorse e trasportate all’ospedale “Rummo” di Benevento, non corrono pericolo di vita.

L’agguato di Camorra è avvenuto intorno alle 10:15 nella centrale via San Martino Vescovo, zona affollata da una decina di persone per la presenza di un supermercato. Sul posto i Carabinieri del Nucleo Investigativo diretti dal Maggiore Pietro Laghezza e quelli della compagnia di Avellino. Gli inquirenti, aiutati anche dalle immagini della video-sorveglianza locale, sono sulle tracce di chi ha fatto fuoco e si attende una svolta già nelle prossime ore. Alle ricerche partecipa anche un elicottero.

L’ultimo fatto di sangue verificatosi a San Martino Valle Caudina risale al settembre del 2020 con l’omicidio di Orazio Di Paola, considerato il reggente del clan Pagnozzi, ucciso a colpi di pistola dall’allora 31enne Gianluca Limatola, poi condannato a 18 anni di reclusione, per motivi passionali.