Aggressioni in Pronto Soccorso, il manager Pizzuti: “Al personale del reparto e del 118 solidarietà e vicinanza”

Aggressioni in Pronto Soccorso, il manager Pizzuti: “Al personale del reparto e del 118 solidarietà e vicinanza”

26 Agosto 2021

La Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino esprime solidarietà nei confronti del personale del Pronto Soccorso e del 118, vittima, nel giro di 48 ore, di aggressioni fisiche e verbali.

“Episodi come quelli che si sono verificati – sottolinea il Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Renato Pizzuti – sono, purtroppo, imprevedibili. Nonostante la presenza di un presidio della Polizia di Stato all’interno del Pronto Soccorso e di una postazione di vigilanza privata, le reazioni inconsulte di alcuni individui sono incontrollabili. Il tempestivo intervento degli agenti del drappello ospedaliero e della guardia giurata ha comunque scongiurato il rischio che le situazioni degenerassero. Gesti inconsulti come quelli accaduti negli ultimi giorni sono inimmaginabili in un contesto di vita civile e rendono, perciò, difficilmente attuabili interventi preventivi, soprattutto in un contesto, come quello del Pronto Soccorso, aperto a tutti i cittadini per garantire loro cure e assistenza in emergenza”.

“E’ stato chiesto alla vigilanza di rafforzare i controlli nei pressi del Pronto Soccorso, sebbene il buonsenso vorrebbe che sui posti di lavoro non debba mai venire meno il rispetto per la persona: nulla può giustificare violenze o minacce di qualsiasi genere. Agli operatori dell’Azienda e del 118, che ogni giorno si spendono in corsia e sul territorio per salvaguardare la salute dei cittadini, esprimo sincere parole di solidarietà e vicinanza, nonché di grande apprezzamento per aver continuato ininterrottamente a svolgere la loro attività, senza lasciarsi intimorire, dimostrando profondo senso del dovere e di responsabilità”.