Accordo tra regioni: i rifiuti della Calabria in Irpinia

0
8

Avellino – Anche lo Stir di Pianodardine accoglierà i rifiuti della Calabria. L’accordo tra la Regione Campania e quella della Calabria, raggiunto nelle scorse ore, prevede l’arrivo di un quantitativo di rifiuti ‘tal quale’ che oscilla tra le 300 e le 500 tonnellate. Rifiuti che verranno trattati negli impianti Stir di Battipaglia (Salerno), Pianodardine e Casalduni (Benevento) e restituiti al mittente per poi essere smaltiti all’estero. Questo sistema andrà avanti per sei mesi, dopo si vedrà. “E’ il tempo necessario per consentire alla giunta regionale della Calabria di rifare la gara” spiega l’assessore Giovanni Romano. “Noi non siamo una Regione canaglia e restituiamo il favore che ci è stato fatto” aggiunge.

Peraltro la Regione Campania verrà pagata per questo tipo di servizio. Il costo, che oscilla da Stir a Stir, è in media di circa 50 euro a tonnellata. “Si tratta di rifiuti tracciati, per cui non si corre alcun rischio. Ci sono tutte le garanzie”, chiarisce l’esponente della giunta Caldoro. Da Palazzo Santa Lucia fanno sapere, inoltre, che questo accordo “non ha alcuna ricaduta sul sistema di smaltimento della Campania perché saranno impiegati gli Stir che hanno una capacità di gran lunga superiore a quella necessaria per il fabbisogno giornaliero di quelle aree”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here