Accordi decentrati al Moscati, soddisfatta la Cisl Fp

0
6

Nel corso delle delegazione trattante del 13 novembre tenuta presso la sede dell’azienda Ospedaliera Moscati sono stati raggiunti importanti accordi per i lavoratori affinchè possano migliorare le condizioni lavorative e di carriera. In prima battuta sono state discusse le criticità del pronto soccorso sia di natura organizzativa che per quanto attiene la regolamentazione di accesso e fluidità dell’utenza. Sulla mobilità regionale si è convenuto che in assenza di domande in entrata il forte rischio è quello di vedere ulteriormente depauperata la forza lavoro che potrebbe vedere personale trasferito in altre aziende. Di contro lo sblocco della mobilità interregionale potrebbe favorire l’Azienda a cui sono pervenute numerose richieste di trasferimento. Si è poi concordato di riconoscere la fascia a tutti i lavoratori aventi diritto che per effetto della recente normativa potrà avere una immediata valenza giuridica e economica solo allo sblocco dei contratti. La proposta accettata dall’Azienda e fortemente voluta dalla CISL FP non ha trovato il pieno consenso della CGIL. Si è convenuto di dover congelare le risorse economiche contrattuali disponibili e necessarie per corrispondere la fascia a tutti i lavoratori, atteso che le stesse per divieto della Regione Campania decreto n.6 non possono essere utilizzare diversamente. Inoltre abbiamo convenuto sulla necessità di definire il corretto passaggio orizzontale per alcuni dipendenti che ad oggi espletano mansioni diverse. In ultimo l’Azienda ci ha comunicato la necessità di predisporre un regolamento sull’orario di servizio, sui tempi di cambio divisa e rilascio consegne così come previsto dalla recente normativa regionale. Su questi due ultimi punti ci verrà consegnato il materiale che sarà oggetto di discussione in sede RSU e in tempi brevi, massimo 10 giorni, si definiranno tempi e modalità. Al fine di rendere migliore la qualità delle prestazioni su nostra richiesta l’Azienda ha attivato un tavolo tecnico per la definizione degli indici di complessità assistenziali a cui parteciperanno componenti della RSU e delle OO.SS. che avranno il compito di valutare la rimodulazione del personale nelle diverse unità operative in ragione della complessità assistenziale e della tipologia di utenti più o meno sensibili e critici. La Cisl FP si ritiene molto soddisfatta per i risultati raggiunti atteso che le questioni trattate sono state più volte sollecitate all’ Azienda ed afferiscono e minime garanzie e tutele che oggi possiamo e dobbiamo riconoscere ai lavoratori, che allo stato sicuramente non vivono condizioni lavorative ottimali. Anche il Direttore Generale ha voluto dare un riconoscimento ai lavoratori atteso che solo grazie al loro lavoro e senso di abnegazione che l’azienda Moscati è annoverata tra le strutture migliori in Italia e nonostante le criticità che ha dovuto affrontare riesce a garantire risposte all’utenza e a volte riceve richieste di cura anche da cittadini di altre province, conclude il segretario aziendale Silvestro Iandolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here