Abbandona rifiuti nel Parco Regionale dei Monti Picentini: beccato dalle fototrappole

Abbandona rifiuti nel Parco Regionale dei Monti Picentini: beccato dalle fototrappole

16 Settembre 2021

Continua con un Accordo Triennale la sinergia tra l’Ente Parco dei Monti Picentini e il Comando Regionale Carabinieri Forestali Campania agli ordini del Generale di Brigata Ciro Lungo.

L’accordo è finalizzato alla conservazione e alla tutela del patrimonio naturale, nell’ambito dei compiti assegnati all’Arma dalla normativa vigente, quali l’antibracconaggio, sorveglianza sull’attuazione dei piani di controllo della fauna selvatica, controlli dei tagli boschivi, prevenzione e repressione dei reati ambientali, con riferimento – in particolare – al settore dell’abusivismo edilizio, dello sversamento illecito di rifiuti, dell’inquinamento delle falde acquifere e del controllo del deflusso minimo vitale.

Le fototrappole fornite alle stazioni presenti nel territorio del Parco Regionale dei Monti Picentini hanno consentito la denuncia da parte dei Carabinieri di San Cipriano Picentino del Comando Provinciale di Salerno, agli Ordini del Colonnello Maria Gabriella Martino, nei confronti di una persona che abbandonava rifiuti nell’area del Parco.

Queste le dichiarazioni del Presidente Fabio Guerriero: “Siamo consapevoli che nel tempo si sono verificati comportamenti scorretti nei confronti dell’area protetta. Il patrimonio ambientale ha necessità di supervisione e controllo affinché fenomeni di questo tipo non si verifichino mai più. La progettualità di tutela del territorio grazie alla dotazione di fototrappole, che abbiamo attivato negli ultimi mesi con il Comando Regionale Carabinieri Forestali Campania, sta portando i primi risultati e ne siamo soddisfatti.”