Chiusano, De Angelis: “Approvato il progetto Vie Ferrate ed itinerari di arrampicate”

0
21

Con Delibera n.37 è stato approvato il grande progetto per la
valorizzazione della montagna, in Via Vena dei Muli. Si tratta di tre interventi suddivisi per
difficoltà che costituiscono il più grande circuito di arrampicata ed itinerario montano del
meridione.
– Un primo intervento a quota 1190 metri avrà un andamento su diversi punti e riguarda il versante
occidentale di Vena dei Muli con arrampicate, percorsi, itinerari montani, multipitch e uno
spettacolare ponte tibetano con lo strapiombo più alto del Sud Italia.
-Il secondo percorso riguarderà un percorso semplice per famiglie lungo una Ferrata che costeggia
la dorsale del Monte in località Cerunia.
-Il Terzo intervento presenterà pilastri rocciosi con caratteristiche mozzafiato e con vie
d’arrampicata multipitch. Questo intervento è’ suddiviso in 4 vie di diverso sviluppo e difficoltà, da
sottolineare che sarà il il primo in Italia. Uno dei multipitch risalirà costoni rocciosi da quota 1190 a
1345 metri. Il secondo e terzo saranno ad intreccio sulla base del massiccio principale a quota 1250
metri con placche verticali e a burrone. Il quarto si svilupperà sulla base a sud est a quota 1250
metri e seguirà il filo della cresta con facili salti che condurranno al pilastro a quota 1345 metri.
“Le vie ferrate e le arrampicate lungo i versanti montani, sono state finanziate grazie alla
devoluzione dei mutui contratti e tramite utilizzo di parte dell’avanzo di amministrazione, si
collegano al più generale progetto Tuoro Extreme – Casa della Montagna ed itinerario naturalistico
finanziato a valere sulla misura Psr Campania”. Conclude così il sindaco Carmine De Angelis.