Villa dei Pini, la Sanità taglia: dramma sociale e lavorativo

0
7

Ad accreditamento chiuso per le strutture private nella sanità, si apre un caso prima sociale e poi lavorativo. Perchè secondo le nuove indicazioni del piano ospedaliero per il settore prima citato ad avere un duro taglio è la Villa dei Pini di Avellino. La storica struttura infatti nonostante i suoi 160 posti autorizzati dal Comune per l’attività di riabilitazione intensiva psichiatra in regime di ricovero ospedaliero a ciclo continuativo, si vedrà riconosciuti dal sistema sanitario solo 48 posti così come predisposto dal decreto 49/2010. In parole povere, la Sanità regionale garantirà copertura finanziaria solo per questo numero di posti letto. Tutti gli altri posti saranno a totale carico delle famiglie che già vessate dal problema sociale del paziente, dovranno sobbarcarsi anche ingenti spese per far curare il proprio caro. Un caso che tra un momento e l’altro potrà esplodere, perchè al dramma sociale, a rischio, logicamente sono anche i posti di lavoro. Perchè con un taglio così netto e forte da parte della pubblica amministrazione, le attività della Villa dei Pini sarebbero messe a dura prova. Intanto si cerca di correre ai ripari, secondo indiscrezioni i vertici della clinica privata avrebbero avuto incontri con Morlacco, per trovare una soluzione al problema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here