Trasporti – Intesa Campania-Piemonte: nuova commessa per l’Ufita

0
7

Intesa siglata tra la Regione Campania e Piemonte per l’acquisto di nuovi autobus. I governatori Antonio Bassolino e Mercedes Bresso hanno firmato un accordo che fornirà sbocchi anche dal punto di vista occupazionale. Alcune aziende di trasporto piemontesi hanno manifestato la propria intenzione di acquistare ben 100 nuovi autobus Irisbus Iveco dall’Ente autonomo Volturno, la holding regionale dei trasporti della Regione Campania.
Grazie all’intesa tra le due Regioni le aziende campane e piemontesi potranno avvalersi direttamente dei bandi d’acquisto dei due enti, in regime di completa reciprocità, per l’acquisto di bus e di treni. “Un concreto esempio di buon federalismo regionale ed amministrativo – ha sottolineato Bassolino – Quando si parla di federalismo sembra che sia una partita tra Roma e le diverse regioni italiane, ma federalismo è anche e molto rapporto diretto tra grandi realtà e tra grandi regioni. Noi su questo dobbiamo spingere senza avere Roma sulle spalle”.
Soddisfazione è stata espressa dall’assessore regionale ai Trasporti Ennio Cascetta: “Un’intesa importante, la prima del genere in Italia, frutto di un intenso lavoro tra le due Regioni, che darà vantaggi a entrambe, sia sotto il profilo del potenziamento del trasporto pubblico locale che dell’occupazione. Si tratta di un esempio positivo di applicazione del federalismo amministrativo – dice ancora Cascetta – per il quale due Regioni si accordano tra di loro secondo i reciproci interessi, senza l’intervento dello Stato, e sfruttando le rispettive competenze ed esperienze nel settore dei trasporti e della mobilità. In questo caso, noi esportiamo la nostra best practice nell’acquisto di nuovi autobus, grazie a una gara che abbiamo realizzato per primi in Italia con criteri innovativi, e otteniamo una importante ulteriore commessa per l’Irisbus di Valle Ufita, mentre il Piemonte acquista i nuovi mezzi di cui aveva bisogno senza le lungaggini di una gara da dover effettuare, e con la garanzia dell’alta qualità del prodotto e di costi competitivi. In un momento di crisi economica, una grande intesa come questa tra due Regioni del Nord e del Sud d’Italia ha un valore particolarmente significativo, e spero possa essere replicata anche in altri settori e da altre Regioni. Una dimostrazione, infine, dell’alto livello raggiunto dalla nostra industria di produzione di mezzi di trasporto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here