Teora – Turismo: nuove idee per rilanciare il paese

0
1

Teora – La realizzazione della città giardino continua. L’amministrazione comunale guidata da Salvatore Di Domenico prosegue il suo progetto con nuove idee e nuovi cantieri. “Abbiamo dato corso – spiega il numero uno teoresi – ad una serie di interventi per migliorare la qualità della vita e creare una città verde, accogliente e moderna”. Dopo il terremoto del 1980, Teora ha cambiato volto diventando una piccola ‘bomboniera’ agli occhi dei suoi visitatori. “All’ingresso del paese – spiega il sindaco – abbiamo realizzato tre murales in ceramica raffiguranti momenti della vita locale. Inoltre abbiamo ridato luce ad una stampa del Pacichelli risalente al 1703 dove è perfettamente illustrato un panorama del nostro Comune con il castello dei Carafa in bella mostra”. Insomma, si punta tutto sul recupero della memoria storica, perché come ha spiegato lo stesso numero uno teoresi “… senza conoscere il passato non si può guardare al futuro”. In quest’ottica è stato anche portato all’antico splendore il portale Asilo Fiore, oggi ingresso dell’area archeologica locale. Il tutto rientra anche in quadro ben strutturato dell’amministrazione: incentivare il turismo in Alta Irpinia. “Discordo fortemente da chi dice che le aree altirpine sono luoghi decentrati e inattivi. – prosegue Di Domenico – Credo che le nostre terre, dopo il terremoto, abbiamo ritrovato un nuovo impulso. La ricostruzione, ultimata quasi in tutti i Comuni, ha creato nuovi servizi ai cittadini e a quanti decidono di trascorrere le estati da noi per respirare aria pura e disintossicarsi dal caos delle città. A questo proposito, credo sia necessario incentivare ogni forma di turismo sia attraverso le tipicità gastronomiche che attraverso le bellezze paesaggistiche che luoghi spettacolari, come quelli dell’Alta Irpinia, sanno regalare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here