Sviluppo, De Feo: “Il Governo passi alla fase della crescita”

0
5

La UIL di Avellino condivide l’analisi della Confederazione rispetto a due diverse dichiarazioni rese oggi, della vicedirettrice della Banca d’Italia e di Mario Draghi, numero uno della Bce, con cui si chiede ai governi di attuare riforme strutturali per avviare la crescita. “Le misure fin qui prese dal governo italiano – afferma Franco De Feo – però, sono state finalizzate essenzialmente al risanamento, con sacrifici disuguali: la maggior parte è toccata a pensionati, pensionandi e lavoratori. E stiamo ancora aspettando che si vada a incidere sull’evasione, il vero cancro del Paese. Ocse ed Eurozona hanno testimoniato che non solo in Italia ma in tutta Europa c’è recessione, da un lato c’è inflazione e dall’altro una riduzione del Pil”. La Uil chiede che al più presto il Governo passi alla seconda fase quella del rilancio produttivo, dello sviluppo e della crescita. “Le leve per farlo, come sempre – aggiunge il sindacalista – sono una riduzione della tassazione sui redditi da lavoro, come la stessa Banca d’Italia sostiene, e da pensioni per incrementarle e permettere che vi sia a riscontro un aumento dei consumi interni. Infine, senza indugi, bisogna intervenire per sostenere le imprese con la possibilità di un accesso al credito più facile e con investimenti di risorse per finanziare le infrastrutture. Su quest’ultime si continua a dichiarare che ci sono le risorse da investire, ma quando lo si fa in concreto?”. Sul piano locale e regionale la uil insiste sulla necessità di fare sinergia tra Istituzioni, Politica e Parti sociali nell’ambito del Contratto Campania, individuando scelte e strategie per sostenere con finanziamenti mirati il Patto per lo sviluppo dell’Irpinia. “Apprezziamo – conclude de Feo – l’immediata iniziativa del Presidente della Provincia di convocare il Tavolo Istituzionale del Patto, per giovedì 12 aprile, con la presenza del Vice Presidente della Giunta Regionale, Giuseppe De Mita”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here