Sistri – Seminario informativo alla Camera di Commercio di Avellino

0
2

Avellino – Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Ministeriale 17 dicembre 2009, nasce il Sistri – Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti.
Il Sistri ha come obiettivo, per i rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, la sostituzione graduale dell’attuale sistema cartaceo basato sul registro di carico e scarico, sul formulario dei rifiuti e sul Mud (“Modello Unico di Dichiarazione” ambientale) con un innovativo procedimento basato su tecnologie informatiche. Per illustrarlo a tutti i soggetti interessati, la Camera di Commercio di Avellino, in collaborazione con Ecocerved, società del sistema camerale specializzata in campo ambientale, ha organizzato un seminario il 26 febbraio alle ore 10, nella sala convegni di Piazza Duomo.

Diverse le novità per le imprese: il Sistri, infatti, sostituirà l’obbligo di compilazione dei registri di carico/scarico, dei formulari e, dal 2011, del Mud, semplificando – nelle aspettative del Ministero per l’Ambiente – le procedure, riducendo i costi e fornendo maggiori garanzie di trasparenza e prevenzione dell’illegalità. Le ditte soggette a tale obbligo devono iscriversi al sistema e dotarsi di specifici dispositivi da ritirare presso la Camera di Commercio.
Il sistema, in sostanza, funzionerà grazie a una chiavetta Usb che trasmetterà in sicurezza i dati relativi ai rifiuti prodotti e trattati, e ad un dispositivo Gps (“black box”) utile per la localizzazione satellitare. Tutto il sistema sarà collegato in rete e sarà così possibile seguire il percorso dei rifiuti speciali, pericolosi e non, in tempo reale.
Grande l’interesse degli operatori irpini per tale sistema innovativo: sono, infatti, oltre 160 le adesioni pervenute alla Camera per partecipare all’iniziativa, rivolta sia alle imprese che producono rifiuti speciali, che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti, ai trasportatori di rifiuti e agli intermediari, nonché al personale di Enti pubblici e privati e degli organi di controllo.
Tra i temi affrontati nel workshop ci sarà spazio anche per le indicazioni sulla compilazione e trasmissione del Mud, ancora in vigore quest’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here