Scommesse illegali, sequestrata sala giochi a Montoro Inferiore

0
6

Quattro interventi, tre casi di irregolarità: questo il bilancio delle operazioni condotte dagli uomini delle Fiamme Gialle in 4 diversi centri scommesse della provincia di Avellino che hanno anche portato alla cihusura di una sala giochi di a Montoro Inferiore. L’attività di servizio, originata dalle segnalazioni pervenute al servizio di pubblica utilità 117, è stata condotta in collaborazione con i funzionari della sezione di Avellino dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. Per tre degli esercizi oggetto di controllo, uno a Solofra e due a Montoro Inferiore, sono state rilevate irregolarità che sono sfociate nel sequestro di tre macchinette “mangiasoldi” e, per una sala giochi di Montoro Inferiore, dell’intero centro-scommesse. Protagonisti sono stati gli uomini della Tenenza di Solofra, agli ordini del maresciallo aiutante Giovanni Caruso, che hanno dato corso agli interventi ispettivi con l’A.MA.M.S.
Le prime irregolarità sono state rilevate presso un centro-scommesse ubicato all’interno di un bar di Solofra, dove una persona è stata sorpresa mentre era intenta a raccogliere scommesse senza essere in possesso del previsto titolo autorizzativo per esercitare l’attività: nei confronti del titolare dell’attività commerciale, identificato per tale D.V.F. (di anni 70), non poteva che scattare la segnalazione all’autorità giudiziaria.
Presso un altro bar sito, questa volta a Montoro Inferiore, è stata inoltre scoperta un’ apparecchiatura da intrattenimento (videogioco) non conforme alla normativa vigente in quanto il dispositivo che impedisce la manomissione della scheda-madre dell’apparato (cosiddetto anti-dumper) non rispondeva in maniera istantanea all’operatore, concretizzando la violazioni prevista dall’articolo 110. L’apparecchio è stato sottopostO a sequestro, unitamente ai 400 euro rinvenuti al suo interno, e nei confronti del responsabile (tale G.S., di 27 anni) e del gestore delle macchinette (tale B.A., di 56 anni) sono scattate le previste segnalazioni al Questore ed al Sindaco, rispettivamente competenti oltre che all’A.A.M.S. di Avellino.
Per finire, si è dato corso all’ultimo controllo indirizzato presso un centro-scommesse situati a Montoro Inferiore. Nella circostanza è stato rilevato come un avventore avesse effettuato la sua scommessa, ancorché sprovvisto del cosiddetto “conto-gioco”, avvalendosi del conto riconducibile al titolare del centro scommesse. Nei confronti dello scommettitore, identificato per tale P.D. (di 67 anni), è scattata la segnalazione prevista per la violazione all’articolo 4 e dell’articolo 720 del codice penale. L’accesso all’interno del centro-scommesse, inoltre, ha permesso di rilevare come il gestore operasse in assenza delle prescritte autorizzazioni del T.U.L.P.S., l’utilizzando altresì collegamenti a siti inibiti dall’A.A.M.S.. Per questo, è stato deciso il sequestro dell’intero locale ed, in particolare, delle sette postazioni internet, delle 2 apparecchiature da intrattenimento e delle 3 postazioni per ricezione-scommesse ivi presenti. Per l’esercizio del gioco d’azzardo senza le previste autorizzazioni il titolare della ditta (tale L.S., di anni 42), nonché il suo dipendente (tale C.F., di anni 36) sono stati segnalati all’autorità giudiziaria e all’A.A.M.S. di Avellino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here