Sanità – L’appello di D’Ercole: “Subito il sub commissario”

0
7

Avellino – Sanità commissariata. Ma non è certo una sorpresa. Il deficit finanziario della Campania non ha mai promesso nulla di buono e il commissariamento altro non è che l’ultimo capitolo di una storia che non ha mai mostrato spiragli di luce.
Nessuna sorpresa neanche da parte di Francesco D’Ercole, Capo dell’Opposizione in Consiglio Regionale.
“Considerate le disastrose condizioni in cui erano ridotte le casse – spiega D’Ercole – per provare, almeno, a salvare il salvabile e rimetterne in sesto i conti, non c’era altra strada possibile che quella del pugno di ferro”.
Fino a quando, così come previsto dalla legge, non sarà nominato un sub commissario esterno all’amministrazione regionale, il comparto sanitario campano sarà guidato dal presidente Antonio Bassolino. Fattore che suscita ulteriori perplessità da parte del consigliere regionale che reputa il governatore “uno dei principali artefici di questo fallimento. Nelle sue precedenti esperienze commissariali (emergenza rifiuti e bonifiche) non ha di certo messo in mostra grandi doti ‘risanatorie’. Anzi. Laddove è arrivato lui per risanare, la situazione è regolarmente peggiorata”.
“Speriamo allora – conclude D’Ercole – che questo sub commissario arrivi presto, perché sarebbe davvero grave e pericoloso se questo comparto restasse troppo a lungo affidato alle cure bassoliniane. Se penso che, per interposta persona – ovvero gli assessori da lui, fin qui, nominati – è riuscito a ridurre la sanità regionale in condizioni di assoluta ingovernabilità, indebitandola fino ai capelli, mi vengono i brividi pensando a cosa potrebbe succedere se questo settore, così tanto importante per la difesa della salute dei cittadini, restasse troppo a lungo nelle sue sole mani”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here