Sanità – Giusto ‘alza la voce’: “Il Governo restituisca il maltolto”

0
11

Dai rifiuti alla sanità. L’incubo della Campania ha un nome: commissariamento.
E quello che ieri appariva un triste presagio, oggi è diventato una raccapricciante conferma. Dopo la difficile situazione dei rifiuti, anche la gestione della sanità sfugge oramai all’esercizio delle istituzioni locali.
Ma, per quanto il settore sia in forte deficit, il commissariamento non appare mai una soluzione troppo proficua. Di questo ne è convinto l’on. Angelo Giusto sostenendo che “… la politica dei Commissariamenti delle Regioni, come testimoniano le esperienze del passato dal terremoto del 1980, ai rifiuti di ieri, è stata fallimentare.
Quando un territorio va in difficoltà la risposta non può essere: licenziare la politica e nominare un commissario.
In Sanità, ai limiti ed agli errori del passato, può aggiungersi il danno.
A pagare alla fine saranno le persone in carne ed ossa, il diritto alla salute.
In questo commissariamento, non si conosce ancora il dispositivo, colpisce che non si è tenuto in nessun conto l’ enorme sacrificio fatto dalla Campania, anzi si è negato alla stessa il rimborso di risorse per circa 2 miliardi di Euro, diverso l’atteggiamento verso la Sicilia”.
Per queste ragioni Giusto ritiene l’atto del Governo “ingiusto, sbagliato, assurdo”. “Ad un Governo che ha usato la mano forte bisogna rispondere senza timidezza alzando la voce perché ci sia restituito il maltolto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here