Sanità – Buonavita: “Per colpa dei litigi, pagano sempre gli stessi”

0
5

Avellino – Dopo l’ennesima fumata nera in Giunta Regionale per la nomina del Commissario dell’ASL di Avellino, è Doriana Buonavita, Segretario Generale Cisl Funzione Pubblica Avellino, a parlare e a fare il punto della situazione: “Mentre la politica litiga, a pagare sono sempre gli stessi: i dipendenti ed i cittadini. Il mancato rispetto di accordi politici posto alla base delle nomine assieme alla tempestiva redazione del nuovo Piano Ospedaliero – ribadisce Buonavita – aggrava la situazione, già fortemente compromessa, in cui gli addetti dell’Asl si trovano a lavorare e, di conseguenza, l’erogazione di assistenza e cura per i cittadini di questa Provincia. La chiusura del Plesso Ospedaliero di Bisaccia, la soppressione del Pronto Soccorso a Sant’Angelo dei Lombardi, assieme alla riduzione dei posti letto, per alcune patologie, dell’Azienda Ospedaliera Moscati, pesano non poco, in termini di diritto, alla cura ed alla vita. A fronte di un bilancio dell’Ente – ribadisce il Segretario Cisl FP – chiuso con un attivo di circa 500.000,00 euro e a quasi due anni dall’unificazione delle due ASL, dobbiamo registrare che nessuna organizzazione del lavoro è stata posta in essere, che non si è dato avvio alla Contrattazione Decentrata per l’anno 2010 e che la mancata informativa dovuta alle Organizzazione Sindacale su delibere ed ordini di servizio, viola le prerogative sindacali. A circa nove mesi dall’inizio dell’anno non si è provveduto a definire criteri condivisi sulla mobilità del personale che ad oggi ha generato solo lo svuotamento di alcuni uffici. L’organizzazione ed i carichi di lavoro per i dipendenti, con relativo riconoscimento della professionalità, rimane un punto dolente e mai condiviso e gli istituti contrattuali vengono erogati in maniera unilaterale. In questi ultimi anni la politica, ci ha indotto a pensare che la professionalità e la meritocrazia fossero i presupposti su cui fondare la riforma della pubblica amministrazione, ivi comprese le nomine dei Dirigenti; purtroppo ciò che si dice non si pratica. I dipendenti ed i cittadini di questa Provincia, scontano da anni la cattiva gestione della sanità e sono costretti ad assistere alla farsa sulle nomine dei Commissari che non ha nulla a che fare con la ricerca della professionalità ma trova radici nella rappresentanza politica. Chiediamo, dunque, con forza e decisione, che questa Giunta risolva in tempi brevi ogni dubbio nominando un Commissario che dovrà affrontare questioni di maggiore spessore, atteso dai contenuti del nuovo Piano Ospedaliero, dalle disposizioni del Decreto Legislativo 150/2009 e della Legge 122/2010 e dalla necessità di definire il Contratto Integrativo anno 2010.
La CISL Funzione Pubblica di Avellino – conclude – non intende abdicare al ruolo di rappresentanza dei lavoratori e di denuncia e, pertanto, non sottoscriverà alcun contratto in sanatoria”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here