Sacco: “Il Pdl ha un futuro se include e non marginalizza”

0
5

Rispetto alla ventilata ipotesi di election day all’interno del Popolo della Libertà per individuare i coordinatori locali, Fausto Sacco presidente della Dca, partito facente capo a Gianfranco Rotondi e fondatore del Pdl osserva: “La DcA è da sempre leale e parte integrante del Pdl e noi democristiani vogliamo contribuire all’ampliamento e al rafforzamento del progetto politico di Berlusconi e ad Avellino di Cosimo Sibilia. La politica è una cosa seria e i partiti debbono riacquistare la propria centralità. La centralità di un partito si vede dalla sua classe dirigente e dalle proposte che riesce a produrre, oltre il radicamento e la conoscenza dei problemi del territorio”. Per Sacco il Pdl va inteso come progetto di governo e non di “qualcuno” che immagina la candidatura a sindaco “sorretto dai quattro amici del bar” . “Non possiamo iniziare un nuovo cammino – aggiunge – senza idee innovative e soprattutto senza entusiasmo. La crisi della politica è iniziata quando si è deciso di chiudere i partiti e quando, chi faceva politica ha deciso di sostituire il dibattito, il confronto, il ragionamento con l’arroganza di voler fare da solo e di non voler allargare all’esterno”. Il Pdl cittadino dovrà essere allora costruito “per la rappresentanza del territorio anche dalle varie anime fondatrici del partito e noi democristiani, come moderati ci candidiamo a fare la differenza per la costruzione di un partito di maggioranza in città. Oggi, più che mai serve una politica chiara, tra la gente, con serietà, ma forte nei principi e nei valori. Il Popolo della Libertà deve entrare nell’ottica che le varie problematiche e le loro risoluzioni devono passare inevitabilmente per il ragionamento e riportare la gente alla discussione, al confronto, al coinvolgimento per poi trovare insieme la risoluzione del problema. Il Pdl ha un futuro se include e non marginalizza. Il futuro del progetto dovrà essere inevitabilmente democristiano e noi ci candidiamo ad essere punto di riferimento per il partito ma soprattutto per l’intera comunità avellinese. Quindi se Sibilia deciderà di fare anche ad Avellino le primarie per il Comune di Avellino noi democristiani esprimeremo il nostro nome”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here