S. Martino – Guerra di manifesti, l’opposizione: “Vivete sulla luna”

0
4

S. Martino Valle Caudina – Duro incipit per il manifesto con il quale i gruppi di opposizione hanno replicato all’ultima affissione della maggioranza, intitolata polemicamente “Quelli che abbaiano alla luna”. La risposta non è tardata ad arrivare, con un titolo altrettanto polemico: “Quelli che sulla luna… ci vivono”.
Le minoranze vanno giù dure: “Cercare di fare intendere che tutto va bene è una sciocchezza; ma sottolineare che solo il servizio di raccolta differenziata “non va troppo bene” è troppo. La perla è sui lavori pubblici. Tutte le opere elencate in quel manifesto appartengono all’amministrazione di Franco Cocozza e alla sua giunta. In particolare, i due cantieri avviati in località Starze, nonché il restauro dell’ex Scuola Media, sono il frutto di un importante lavoro avviato allora e che oggi si concretizza con l’appalto e l’apertura del cantiere. Lo stesso discorso vale per i loculi cimiteriali e la palestra scolastica, dove gli interventi sono stati programmati sempre dall’Amministrazione Cocozza, e sono stati appaltati prima che Capuano diventasse amministratore. Per la Chiesa Madre al cimitero, il discorso è un po’ diverso. L’intervento è stato concepito, finanziato e appaltato dall’Amministrazione Ricci. Ad oggi i lavori non sono stati ancora avviati. La stessa cosa si può dire del Municipio. Un altro importante intervento per il paese è l’adeguamento dell’impianto della pubblica illuminazione, oggi in appalto. In passato si riuscì a creare un proficuo rapporto di collaborazione tra maggioranza e opposizione per il bene del paese. Oggi, grazie a voi, ci sono solo macerie”.
Ma non finisce qui la reprimenda: “Si parla di un lavoro per piazza Europa. Ma si dice anche che i tecnici non saranno del paese e che i soldi si prenderanno dalla Legge Regionale 51. Soldi che arrivano ogni anno dalla Regione, di prassi, senza che il comune debba richiederli, e con i quali si potrebbero fare tante cose. Come completare le fogne a Borghe, per esempio”. Poi la domanda a Capuano, attuale assessore ai lavori pubblici: “Sareste così gentile da elencarci i progetti approvati e finanziati dalla Regione riferibili al vostro assessorato e al vostro personale impegno, unitamente a quello di tutto il resto della maggioranza? Quali lavori faranno le imprese fra qualche anno – è la domanda delle opposizioni – se non siete stato in grado di programmare o di portare un solo finanziamento?”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here